Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Melice, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Conti - Patrizi - Marchesi - Baroni - Duchi
Araldica della famiglia: Melice
Corona nobiliare Melice Antica famiglia amalfitana, detta Felice o Melice, al cui patriziato era ascritta, la quale fu signora di molte terre, con i titoli di barone, conte, marchese e duca. Nel corso dei secoli, tal illustre casato, si divise in molti ramo, dei quali uno passò in Piemonte, un altro nell'Abruzzo, un terzo in Napoli, un quarto in Puglia ed un quinto in Francia, ove pose dimora in Annonay. Il ramo di Napoli, dopo la famosa peste del 1600, fuggì nelle campagne di Somma Vesuviana, ove acquistò immense tenute ed il palazzo del duca di Capracotta. Si divise anch'esso in quattro rami,... Continua
dei quali due restarono nella città di Somma e due tornarono a Napoli, ove furono insigniti del titolo di marchese sul cognome. La linea dei Melice di Napoli venne dichiarata nobile fuori piazza e, come tale, riconosciuta dal Corpo della città nel 1743. Un altro ramo della famiglia si diramò in Roma ed in Chieti. Fu decorata, per successione del Giudice, del titolo di Marchese di Casale in Contrada. Detto titolo fu concesso nel 1699 da Carlo II di Spagna a Giovanni. Ultimo intestatario feudale fu Concezio, che ebbe per figliuola Francesca, sposata il 3 nov. 1816 a Tommaso. Un altro ramo della famiglia si trasferì a Livorno e, a causa delle rivoluzioni che infestavano l'isola, chiese l'ascrizione alla nobiltà livornese, che fu concessa con decreto del 26 giugno 1789. Un successivo ramo della famiglia, in persona del sacerdote Benedetto, dottore in teologia, acquistò il titolo di barone di Bertavilla, che lo stesso cedette al fratello Isidoro, dottore in leggi, il quale ne ottenne investitura il 3 aprile 1752. La famiglia è iscritta nel Libro d'Oro della Nob. Ital. e nell'El. Uff. Nob. Ital. col titolo di Marchese di Casale in Contrada, in persona di Luigi, di Gesualdo, di Nicola, e Silvina Olivieri. Che i membri della famiglia Melice siano noncuranti delle cose volgari, ripromettendosi dalle sole loro energie la dovuta ricompensa, lo provano i documenti fino ad oggi conosciuti, come il "Dizionario Storico-Blasonico", del commendatore G.B. di Crollalanza, che ne ha raccolte le tracce lasciate dalla famiglia in quelle città ove ebbe dimora ricoprendo cariche legislative, militari o altro, contribuendo non poco alla riuscita di quei documenti utili alla scoperta di questa famiglia.

Compra un documento araldico su Melice

Stemma della famiglia: Melice

Blasone della famiglia

D'oro alla fascia di rosso accostata in capo da tre stelle d'azzurro ordinate in fascia ed in punta da due torri di nero.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome