Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Melici, provenienza: Italia

Titolo: Conti - Marchesi - Nobili
Araldica della famiglia: Melici
Corona nobiliare Melici Antonio Felici di Montefalcone, si trasferì a Cingoli, per entrare in possesso di un lascito. Fu quindi nominato Capo delle Finanze Pontificie; in tale occasione e cioé nel 1832 fu aggregato con tutta la sua discendenza alla Nobiltà Cingolana. Nel 1854 da S.S. Pio IX ottenne il titolo di Conte Palatino trasmiss. in linea primogen. maschile. La Consulta Araldica (vedi Elenco Nobiliare Ufficiale del 1908) dichiarò spettare i seguenti titoli: Nobili di Cingoli (maschi e femmine) e Conte Palatino (maschio primogenito). Oggi la famiglia è così rappresentata: Francesco Felici, tenente 2° Artiglieria, residente a Pesaro; nato a Cingoli il 29... Continua
novembre 1898 dal fu conte Luigi e Olga Mattioli; sposato il 21 febbraio 1925 con la nobile Giulia di Filippo Castiglioni marchese di Botontano di Cingoli (nato ivi 1 settembre 1899); da cui: a) Anna Maria, nata a Chiaravalle il 24 febbraio 1926; b) Luigi-Filippo, nato ivi il 19 ottobre 1928. Sorelle: 1) Antonietta, nata ivi il 2 febbraio 1910; 2) Dirce, nata ivi l'8 febbraio 1919. Madre: Olga Mattioli di Francesco di Cingoli, sposata il 14 febbraio 1898 al fu conte Luigi Felici. Cugini: 1) Ugo, nato ivi il 25 marzo 1869 dal fu Germano; sposato il 19 ottobre 1905 con Teresa Scolastici-Narducci di Pollenza, da cui: Lea, nata a Cingoli il 3 gennaio 1912. 2) Dino, nato ivi il 18 luglio 1896 dai fu Ranieri e Maria Grasselli. 3) Diana, nata ivi il 27 agosto 1897 dai fu Ranieri e Maria Grasselli. Altro ramo. Decorata, per successione del Giudice, del titolo di Marchese di Casale in Contrada. Detto titolo fu concesso nel 1699 da Carlo II di Spagna a Giovanni del Giudice. Ultimo intestatario feudale fu nel 1778 Concezio, che ebbe per figliuola Francesca, sposata il 3 novembre 1816 a Tommaso da Pianello. Dagli anzidetti, nacque Nicola, che dalla moglie Concetta Monaco Lavalletta ebbe Gesualdo (dec.), riconosciuto nel detto titolo nel 1904. La famiglia é iscritta nel Libro d'Oro della Nobiltà Italiana e nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano col titolo di Marchese di Casale in Contrada in persona di Luigi de Felici, di Gesualdo, di Nicola, e Silvana Olivieri. Altro ramo. La famiglia, nobile di Aleria in Corsica, trasferitasi in Livorno nella seconda metà del secolo XVIII a causa delle rivoluzioni che infestavano l'isola, chiese l'ascrFrancesco di Giuseppe Maria

Compra un documento araldico su Melici

Stemma della famiglia: Melici

Blasone della famiglia

Semipartito e troncato: al primo di rosso alla croce di argento patente, scorciata; al secondo di azzurro al giglio d'oro; al terzo di azzurro al monte di tre cime di verde all'italiana, ristretto con la fascia d'argento sulla troncatura, caricata di tre speronelle di rosso.
Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI",Vol. III pag. 114 .
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome