Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Meniconi, provenienza: Italia

Titolo: Conti
Araldica della famiglia: Meniconi
Corona nobiliare Meniconi
Antichissima famiglia umbra, la quale vanta per capostipite un Mannolo (1100-1150). Il cognome, però, fu originato da un Domenico, prode e forte guerriero che, per le forze del corpo e per la grandezza dell'animo, si disse Domenicone, più concisamente "Menicone", come nell'antico albero genealogico della famiglia si legge: "Dominicus alias Menecone a corporis, animique magnitudine, et rebus fortiter gestis, a quo genti nomen, eum ante Mannoli vocarentur". Ma che i membri di tale famiglia fossero derivati dallo stesso ceppo dei Mannoli lo afferma, quattrocento anni or sono, il Pare Fr. Domenico Baglioni, dell'Ordine dei Predicatori, sagrestano maggiore di San Domenico... Continua
di Perugia: "al cui registro delle sepolture di detta Chiesa, che ivi erano esistenti della famiglia sepoltuarie, e perciò chiamato il libro del Registro delle sepolture, venendo a quelle della famiglia Meniconi, che due ne aveva, si riconosce che gli antichi Nannoli avevano comune con il Meniconi, tanto il sepolcro, che l'arma gentilizia". Nella Cappella di San Tomaso d'Aquino, in un sepolcro a sinistra dell'altare è detto: " Sep: Bartholomei Luca del Mannolis, et usorum" con uno scudo con una sbarra a traverso con due stelle. Tale identica arma trovasi nela vetrata della cappella. E il Rev. Padre continua: "I Meniconi casato di Porta San Pietro sono quelli di Marcantoni, e Girolamo e Bernardino Meniconi". Lo stesso Padre Baglioni, poi, riferisce: "Questo è il secondo Sepolcro dei Meniconi, è situato in questo secondo ordine dopo il precedente immediato, et ha lettere in se dell'antico padrone, e del moderno, e l'arme della medesima famiglia de' Meniconi le lettrer son Ser Costantioli Mannoli; et filiorum, et Francischi d'Antonio Cosimo III, Granduca do di ricompensa, e rimunerazione per varii servigi ad esso ed a Santa Chiesa prestati". Un ramo del casato, per il matrimonio, avvenuto nel 1831, della contessa Aurelia Meniconi con Ghino Bracceschi, comm. del S. M. Ordine di Malta, aggiunse al primo il cognome Bracceschi. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Compra un documento araldico su Meniconi

Stemma della famiglia: Meniconi

Blasone della famiglia

Partito; nel primo d'azzurro alla fascia accompagnata da 2 stelle di 6 raggi una in capo e una in punta, il tutto d'oro; nel secondo troncato: a) d'oro al mezzo montone di nero; b) d'azzurro al monte di 6 cime movente dalla punta e accompagnato in capo da tre stelle di 6 raggi, male ordinate, il tutto d'oro.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome