Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Miniato, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili - Patrizi - Cavalieri
Heráldica de la familia: Miniato
Corona de la nobleza Miniato
Antico e nobilissimo casato fiorentino, appartenente all'Ordine delle famiglie Patrizie, sulla cui origine molto ha scritto il celebre Piero Monaldi, a soli 28 anni, diviso i moltissimi rami, il più celebre dei quali è conosciuto come Miniati di Dino, il cui predicato deriva dal secondo priore della famiglia, Miniato di Dino (II metà sec. XIV). Tal famiglia ha goduto per ben trentasei volte il Priorato, la prima volta nella persona di Giovanni, di Lorenzo, nel 1389, ed una il Gonfalonierato di Giustizia. Il detto Monaldi, nel sottolineare l'origine feudale della famiglia Miniato, ci riferisce come i Miniato abbiamo sempre goduto... Continuará
beni nel Castello di Petroio, nel Contado di Valdipesa. D'altronde, la tradizione vuole che la famiglia si sia originata, proprio, dai Signori di Petroio. In un antico testo araldico, inoltre, abbiamo l'onore di leggere: "Non si può negare, che questa famiglia per essere stata Ghibellina non patisse delle burasche nell'antico, e bassa si tenesse, come tutte furono tenute dalla Repubblica Fiorentina dove regnava la parte Guelfa, la quale fazzione escludeva tutti li sospetti Ghibellini dal governo, e fu di fatto permesso a Iacopo di Nuccio l'anno 1268 di dimorare in Città come si cava da queste Reformagioni di Fiorenza a lib. XIX per provarlo quieto, e non più fazzionare Ghibellino per poterlo poi imborsare degli offizi, ma Dino suo figliuolo fu condennato per avere alzate le bandiere insieme con Ser Duccio uno de' suoi figli contro il Comune di Fiorenza l'anno 1302. come seguaci della famiglia de' Soldanieri, come al suddetto libro ma Nuccio l'altro suo figliuolo non vi è compreso, e però i figliuoli di Nuccio, che furono Pela, e Dino furono i primi a godere il Priorato, come si legge Pela nel 1245. e Dino del 1257. Dino suddetto generò con Piera Nelli Iacopo, e Miniato, che sposò Lorenza Ughi, come alla Gabella de Contratti, e nel Priorista dove si legge Miniato di Dino di Nuccio Priore del 1397, dalla quale Lorenza ebbe Bernardo, e Giovanni, questo ebbe due moglie, cioè Marietta Federighi, e Caterina del Garbo, e ebbe per figliuoli Clemeista, e altri..". La famiglia levò per arme. Di rosso, alla banda d'oro accompagnata in capo da una stella a otto punte dello stesso, e in punta da un crescente montante (o rivolto in sbarra) d'argento (o d'oro). Alias. Idem, con la banda caricata di tre palle del campo (le tre palle furono concessione del papa Leone X a Niccolò Miniati, creato cavaliere dello Speron d'oro). Alias. Come il 1°, con il capo di Santo Stefano. Altro ramo. Antica famiglia, la quale ha goduto nobiltà in Prato, in Pistoia ed in Firenze, nei Gonfaloni Santo Spirito e Ferza, la quale levò per arme. D'oro, alla conchiglia di nero. Altro ramo. Nobile famiglia di Prato, la quale levò per arme. D'oro, al monte di sei cime di verde sormontato da una lettera M di nero; con il capo di Santo Stefano. Altro ramo. Nobile famiglia fiorentina, dei Gonfaloni Santa Croce e Bue, la quale levò per arme. D'azzurro, alla croce viticciata d'oro. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Comprar un documento heráldico de Miniato

Escudo de la familia: Miniato

Blasòn de la familia

Di rosso, alla banda d'oro accompagnata in capo da una stella a otto punte dello stesso, e in punta da un crescente montante (o rivolto in sbarra) d'argento (o d'oro).
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome