Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Misino, país de origen: Italia

Nobleza: Duchi
Heráldica de la familia: Misino
Corona de la nobleza Misino Si dice che sia venuta in Sicilia da Varazze e che il primo a portarla nell'isola, e precisamente in Palermo, sia stato un Bernardo, che vi tenne la carica di governatore della Tavola nel 1640. Un Sebastiano, figlio del detto Bernardo, con privilegio dato a 31 luglio 1658 esecutorio a 20 febbr. 1659, ottenne la concessione del titolo di Don, fu giudice della corte pretoriana di Palermo negli anni 1670-71-73-74-76-77, giudice del tribunale della gran corte nel 1677-78-79, giudice del tribunale del Concistoro 1690, nuovamente giudice della Gran Corte, avvocato fiscale del detto tribunale 1691 e nello stesso anno maestro... Continuará

razionale giurisperito del tribunale del R. Patrimonio, presidente del tribunale del Concistoro e di quello della Gran Corte 1693, ecc., e, con privilegio dato a 26 maggio esecutoriato a 1 luglio, venne decorato per se è suoi del titolo di duca di Belsito; un Giuseppe fu giudice delle appellazioni in Palermo nel 1712-13, della corte pretoriana della stessa città nel 1713-14, del tribunale del Concistoro 1719; un Antonio fu senatore di Palermo negli anni 1728-29, 1735-36, governatore della Tavola, segretario del Sant'Uffizio e, per la moglie Antonia Romeo e Vanni, possedette il marchesato di Magnisi, le baronie di Casalgiordano e dell'Ufficio di Luogotenente di Protonotaro; un Sebastiano, che fece rinunzia del titolo di duca di Belsito a favore del cugino Sebastiano, fu senatore di Palermo nel 1741-42; un Salvatore ottenne, a 13 sett. 1777, investitura dei titoli di marchese di Magnisi, barone di Casalgiordano, barone dell'ufficio di Luogotenente di Protonotaro; un Bernardo, duca di Belsito per investitura del 22 agosto 1779-15 febbr. 1781, fu governatore del Monte e Superiore della nobile Compagnia dei Bianchi in Palermo 1796; un Benedetto, fratello del precedente, fu ricevuto nell'ordine di Malta nel 1795 e ottenne investitura del titolo di duca di Belsito a 12 sett. 1799; un Francesco, dei marchesi di Magnisi a 28 genn. 1820, ottenne attestato di nobiltà del senato di Palermo; un Napoleone, dei duchi di Belsito, nel 1871, fu ricevuto nell'ordine di Malta, in qualità di cavaliere d'onore e di devozione.


Comprar un documento heráldico de Misino

Escudo de la familia: Misino

Blasòn de la familia

D'azzurro, all'albero nodrito sulla pianura erbosa al naturale, sinistrato e sostenuto da un leoncino coronato d'oro, addestrato nell'angolo del capo da una cometa pure d'oro, posta in palo.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook