Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Moncalli, provenienza: Italia

Titolo: Conti
Araldica della famiglia: Moncalli
Corona nobiliare Moncalli
La famiglia Roncalli ebbe origine e cognome dalla Roncaglia di Cepino in Valle Imagna (1335). Bertramo detto Zucco (1358), Andrea, detto Rossino (1360), Bonetto, detto Quadro (14'6), Martino detto Maytini (14189, Giacomo detto Bragino (1459) Lanfranco detto Frosio (1460), Antonio detto Negro (1462), ed altri detti Gobbi, Reta, Petalfini o Bellanni tutti dei Roncalli di Petafini o Bellanni tutti dei Roncalli di Valle Imagna dettero origine a varie diramazioni ed a nuovi cognomi nella città, nella provincia di Bergamo ed anche fuori, a Rovigo (Gobbi), a Venezia ed a Ravenna (Reta) a Napoli, ed in Calabrai (Quadri:... Continua
Vedi Albero della famiglia Roncalli con li soprannomi nella Biblioteca Civica di Bergamo). Si trovano a Bergamo in S. Andrea (1353), a Pontida (1409), a Villa d'Adda e Carvico 81431) a Camaitini di Sottoilmonte (1499), Mapello (1540) a Chignolo (1554) a Bonate (1556), a Modena (1605), a Roma (1611), a Udine e Rovigo (1628), a Foligno (1633). Si imparentarono coi Bonghi (1551) coi Carrara (1585) cogli Agosti e coi Garzoni di Venezia (1604) coi Brembati (1631), coi Moroni, Terzi Medolago Alessandri, Passi e Tassi per le nozze di sei figlie di Mario Roncalli delle quali si ha notizia in un documento del 1654. A Bergamo un Roncalli fu presidente del consorzio di Pignolo nel 1493, alcuni del ramo di Negro e di Martino, come nobili (1511), entrarono nel consiglio cittadino (1532), Girolamo fu cavaliere aurato di S. Marco (1619); Pietro, cavaliere gerosolimitano (1604); Rodolfo, arcidiacono (1656); ebbero titolo di conte per l'acquisto del feudo di Montorio, ducale (1687; Mezzi c. 165). Nel consiglio di Bergamo entrarono Girolamo (1531), Negro (1532), Gian Giacomo (1545), Guglielmo (1552), Giuseppe (1566), Nicola (1576), Girolamo (1584), Antonio (1604), Marco (1623), Ercole (1649), Martino (1653), Antonio Maria (1672) e poi i conti Martino (1689), Antonio Maria (1690), Francesco (1691), Ferdinando (1701), Antonio Maria (1722), Francesco Maria (1787), Giuseppe Maria (1788), e Ferdinando Maria (1796). Da Francesco, figlio di Giovan Martino e dalla contessa Antonia Vimercati Sanseverino (1660), figlia di Giovanni Battista e della contessa Maria Secco Suardi, sono nati Elena sposata prima ad Andrea Mozzi e poi ad Ottaviano Vimercati (1725), Barbara sposndo, Caterina in conte Gentile Benagli e Antonio, che fu prefetto del dipartimento del Lario.

Compra un documento araldico su Moncalli

Stemma della famiglia: Moncalli

Blasone della famiglia

D'azzurro a quattro catene di argento moventi dagli angoli dello scudo e riunite in cuore da un anello dello stesso.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome