Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Mondadari, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Mondadari
Corona nobiliare Mondadari
Antica e nobile famiglia senese, à dato alla chiesa due illustri cardinali, Anton-Felice creato da Clemente XI il 18 Maggio 1712, ed un altro dello stesso nome e nipote del precedente che fu creato dal pontefice Pio VII il 23 Febbraio 1801. Quest'ultimo era arcivescovo di Siena come lo era stato il proprio zio, monsignor Alessandro. Marco-Antonio Z., fratello del cardinal Anton-Felice seniore, fu gran maestro del sovrano militare ordine di Malta dal 1720 al 1722. Numerosi autori della famiglia descrissero eventi e personaggi, attribuirono ad essa varie origini senza alcuna valida attestazione. La moderna critica storica ha, sulla scorta... Continua
sicura dei documenti, fatto ragione delle artificiose ricostruzioni genealogiche di quegli scrittori che, per compiacente spirito d'adulazione, pretesero far discendere questa famiglia da nobili e antiche prosapie come quella di altre famiglie. Il commendatore G.B. di Crollalanza, nella sua opera " il Dizionario Storico-Blasonico, opera che in vari decenni e con l'aiuto di altri storici ne ha rintracciato l'esistenza veritiera sulla scorta di documenti e ricerche effettuate nei secoli passati.

Compra un documento araldico su Mondadari

Stemma della famiglia: Mondadari

Blasone della famiglia

Inquartato: nel primo e quarto troncato: sopra d'oro, all'aquila coronata di nero, linguata di rosso; sotto d'argento alla banda d'azzurro (Zanardi); nel secondo e terzo d'oro a tre fascie di nero a spina di pesce (Landi), allo scudetto sul tutto posto in cuore d'oro al giglio d'azzurro.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome