Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Mortilla, provenienza: Italia

Titolo: Marchesi - Nobili
Araldica della famiglia: Mortilla
Corona nobiliare Mortilla
Godette nobiltà in Messina e in Palermo. Un messer Simone Mortellaro è annotato nella mastra nobile del Mollica (lista IV, anno 1590); un Carlo fu giureconsulto e marito di Caterina Tragna; un Antonio, di Carlo, con privilegio del 12 nov. 1695 ottenne il titolo di barone di Ciantro Soprano, sposò Eleonora Asundo e Colonna e fu padre di Carlo, barone di Ciantro, rettore nobile dell'ospedale di Palermo negli anni 1721, 1744, 1743 e 1744, spedaliere negli anni 1735- 1736, 1749-50, segretario del tribunale della SS. Inquisizione senatore di Palermo negli anni 1736-37-38, marito di Elisabetta Arena del marchese Girolamo. Eugenio... Continua

Mortillaro Arena fu canonico ed arcidiacono della cattedrale di Palermo 1744 e morì in Palermo 23 sett. 1794; Antonio Mortillaro e Arena fu senatore di Palermo negli anni 1748-49, 1752-53, governatore del Monte di Pietà nel 1756, governatore della Tavola 1748, segretario della SS. Inquisizione, con privilegio dato a 9 gennaio esecutoriato a 12 sett. 1754, ottenne la concessione del titolo di marchese, sposò Violante La Via e Valguarnera e fu padre di Carlo, investito del detto titolo di marchese a 14 febbr. 1792, morto senza figli a 14 gennaio 1837 e di Girolamo, successo nel titolo di marchese e in quello di barone di Ciantro Soprano, morto pure senza figli a 12 gennaio 1842; Vincenzo Mortillaro e Arena fu governatore del Monte di Pietà di Palermo nel 1761, della Tavola nel 1767, fu archiviario del Senato nel 1768, senatore di Palermo negli anni 1760, 1765 e sposò Maria Cutelli La Rocca, dalla quale ebbe Carlo, marito di Rosa Rallo. Vincenzo Mortillaro e Rallo, nato a Palermo a 26 luglio 1806 riconosciuto nel titolo di marchese con R. rescritto 13 febbr. 1856, fu cavaliere dell'ordine costantiniano, cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Francesco I, direttore generale dei dazi diretti, controllore generale delle finanze, sotto intendente a Caltagirone, Direttore generale del macino e delle dogane, senatore di Palermo, professore di lingua araba nella lingua araba nella R. Università di Palermo, autore di parecchie pregevoli pubblicazioni, tra le quali degne di nota il "Medagliere Arabo-Siculo", le "Antiche pergamene delle Magione", il "Dizionario Siciliano"; sposò a 7 genn. 1837 Rosalia Benzo e S.Martino di Francesco, duca della Verdurio di Carlo Mortillaro e Benzo n. in Palermo 3 nov.


Compra un documento araldico su Mortilla

Stemma della famiglia: Mortilla

Blasone della famiglia

D'azzurro, alla colomba d'argento, sorante, tenente col becco un ramoscello di mortella di verde.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome