Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Mucchia, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Mucchia
Corona nobiliare Mucchia Antica famiglia di Cattaro in Dalmazia, una delle tredici case componenti il Consiglio nobile, riconosciuto dalla Repubblica veneta quando accettò la dedizione di quella città. La Ducale Mocenigo 28 aprile 1421 attribuisce ai membri della famiglia il titolo di nobile e figurano fino dal 1333 aggregati alla nobiltà di Ragusa, ove primeggiavano. Il re di Francia concesse a questa famiglia di aggiungere il giglio nello stemma. I famigliari coprirono cariche di ambasciatori, ammiragli, capitani, camerlenghi, consultori, vescovi e prelati sempre qualificati nobili ed alcune volte conti. Stefano, morì nel 1762 quale sergente generale al servizio della Rep. Ven. Da... Continuaesso discendono direttamente i sottodescritti, che ebbero il riconoscimento della nobiltà con Decreto Ministeriale 20 maggio 1905 e 25 settembre 1904: Gustavo, nato 3 dicembre 1877, di Pietro e di Maria Pierina Parietti, spos. con Maria Massa, da cui: 1. Maria Luisa, nata 1910; 2. Pietro, nato 1914; 3. Corrado nato 1919. Cugina: Eugenia, nata 16 dicembre 1871, di Tomaso e di Isabella Gandolfi, in co. Malmignati (Verona). Zio: Rodolfo, nato Padova 28 dicembre 1854, di Gustavo e di Giulia Zuzzi. Cugini: 1. Rosa, nata 1 agosto 1879; 2. Camillo, nato 16 settembre 1891, di Augusto, di Mario e di Angela Bertagnoni (Vicenza). Cap. Pietro, nato 19 settembre 1870, di Mario, spos. con Elisa Mancini Pala; da cui 1. Giuseppe, nato 1910; 2. Gustavo, nato 1912.
Compra un documento araldico su Mucchia

Stemma della famiglia: Mucchia

Blasone della famiglia

D'oro, alla fascia d'azzurro, carica di un giglio del campo (Ricon. 1904).
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome