Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Mungiello, provenienza: Italia

Titolo: Cavalieri
Araldica della famiglia: Mungiello
Corona nobiliare Mungiello
Antica famiglia campana, di chiara ed avita virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. L'origine di tal cognominizzazione, al dir di illustri genealogisti, andrebbe ricercata in una modificazione, dovuta a fenomeni di fonetica dialettale e/o ad errori di tradizione manoscritta, del cognome spagnolo "Mungia", probabilmente appartenuto ad un, oggi ignoto, capostipite, dagli ispanici natali. D'altronde, tal casato venne, verosimilmente, fregiato del cavalierato, in seguito alla partecipazione, sotto i vessilli aragonesi, connotata da coraggio e virtù, di un Carlos Mungia o Mungiello alla guerra d'Otranto, del 1481, contro gli Ottomani. In ogni modo, la famiglia, sempre, riuscì a... Continua
distinguersi, grazie agli elevati personaggi, a cui diede i natali. Tra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, ricordiamo: Raffaele ed Antonio, notai, viventi in Avellino, nel 1534; Martino, valoroso uomo d'armi, il quale combatté per Carlo V contro i Veneziani; Saverio, maestro di campo, vivente in Capua, nel 1561; Lamberto, notaio, vivente in Calitri, nel 1563; Maurizio, distintosi nella difesa di Malta contro i Turchi, nel 1565; Giovanni, milite dei corazzieri del re Filippo II di Spagna; dott. Pietro, Regio Notaio, vivente in Napoli, nel 1598; D. Ernesto, canonico, teologo e commissario apostolico, vivente in Napoli, nel 1604; Rinaldo, dottore in "utroque jure", vivente in Calitri, nel 1623; Bernardo, medico e saggista, vivente in Napoli, nel 1645; Raffaele, protomedico alla Corte Napoletana, vivente nel 1645; Giancarlo, il quale servì il re di Spagna durante la rivolta di Masaniello del 1647; Cav. Filippo, dottore in "utroque jure", vivente in Avellino, nel 1676; Carlo, notaio, vivente in Calitri, nel 1699; Alfonso, consigliere di Alfonso I d'Aragona; Giulio Maria, dottore in ambo le leggi, vivente in Napoli, nel 1763. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Compra un documento araldico su Mungiello

Stemma della famiglia: Mungiello

Blasone della famiglia

D'armellino all'aquila di nero linguata, beccata e rostrata di rosso, sul tutto un filetto d'azzurro posto in banda attraversante.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome