Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origin of last name Musio, country of origin: Italia

Nobility: Nobili - Cavalieri
Heraldrys of family: Musio
Nobility crown Musio Antica ed illustre famiglia della Sardegna, di chiara ed avita virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Con separati diplomi, in data 22 luglio 1803, Vittorio Emanuele I, re di Sardegna, concedeva ai sette fratelli Musio di Orune i titoli di cavaliere e di nobile. Le singole concessioni erano di due specie: quelle fatte al dottore Giambattista, arcidiacono della cattedrale di Alghero, al sacerdote Giuseppe ed al teologo Gavino, canonico penitenziere della stessa cattedrale di Alghero, erano personali; le altre fatte ai fratelli Antonio, Francesco Angelo Avvocato Costantino, reggente l'ufficio dell'avv. fiscale in Cagliari, e a Bartolomeo... To be continuederano trasmissibili ai loro figli e ai discendenti maschi per linea mascolina. Fra questi fratelli merita una speciale menzione il celebre avvocato Don Costantino Musio, insigne giureconsulto, che morì reggente del Supremo Consiglio di Sardegna il 21 agosto del 1844, in Torino. I nomi dei discendenti sono compresi nell'El. dei nobili e cavalieri compilato, nel 1822, dal R. Prefetto di Nuoro e trasmesso alla R. Segreteria di Stato e di Guerra presso il viceré di Sardegna, in occasione dell'incoronazione del re Carlo Felice. Spettano alla famiglia i titoli di cavaliere (m.) e di nobile (mf.), con la qualifica di Don (mf.). Con i titoli la famiglia è iscritta nell'El. Uff. Ital. in persona di Bartolomeo, di Giovanni, di Bartolomeo. Tra gli attuali rappresentanti della famiglia annoveriamo Mario Musio di Sassari. Altro ramo. Con diplomi, in data 19 maggio 1835. Carlo Alberto, re di Sardegna, concedeva i titoli di cavaliere e di nobile ad Efisio Musio, di Serrenti, per l'incremento dato all'agricoltura della Sardegna e specialmente per aver fatto piantare quattro mila alberi d'olivo in un suo podere situato nel villaggio di Samatzai. In seguito, col diploma in data 31 gennaio 1837, i predetti titoli personali furono resi trasmissibili ai figli ed ai discendenti maschi dello steso cav. nob. Don Efisio Musio. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Buy a heraldic document on family Musio

Coat of Arms of family: Musio

Coat of Arms of family Musio

1 Blazon of family Musio

Partito; al primo di rosso alla montagna al naturale, sormontata da un destrocherio d'argento movente dalla destra e impugnante una spada dello stesso, alta in palo, manicata di oro; al secondo di azzurro alla torre d'argento sulla pianura erbosa al naturale e sormontata da un giglio d'oro.

Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI" vol. IV p.749.

Buy Coat of Arms of family

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2015 - 2016 Heraldrys Institute of Rome