Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Namberto, país de origem: Italia

Nobreza: Patrizi
Heráldica da família: Namberto
Coroa de nobreza Namberto Questa famiglia detta pure di Lamberto e de Amberta è originaria della città di Bologna, e fu portata nel Reame da un Amberto, di parte guelfa, il quale seguì Carlo d'Angiò nella spedizione contro Re Manfredi nel 1266. Egli, non potendo più ritornare in patria, per il dominio che ne aveano i ghibellini, si stabilì nella Città di Bari. Il Polverino nella Descrizione Storica di Cava dice esser questa famiglia di origine francese, venuta in Italia con gli Angioini, e che stabilitasi in Napoli si diramò poi in Cava ed in Bari. Questa famiglia ha goduto nobiltà nelle Città di... Continua
Bologna, Napoli nel Seggio di Fontanola, Cava, Milano, Rimini, Lucca, Lodi, Bari, Nocera, Aversa, Stilo ed in Sicilia. Ha vestito l'abito di Malta nel 1597 e trovasi attualmente ascritta al Registro delle Piazze Chiuse. Nei L. si sono estinte; la famiglia de Corticiis nobile di Bari, un ramo della famiglia Colaianni nobile di Molfetta, ed un ramo della famiglia Tassis nobile spagnuola. Possedette Monumenti in Napoli nella Chiesa di S.Domenico Maggiore, in Bari nelle Chiese di S.Nicola, di S.Domenico con Cappella gentilizia, di S.Maria della Misericordia, che era di patronato dei L. e nella Cappella di S.Michele, che è di questa famiglia, della quale porta il nome una via della Città di Bari. Tra i personaggi più illustri ricordiamo Bernardo che fu familirare di Carlo I nel 1269, Nicolò che fu familiare della Regina Giovanna II e Giustiziere di Agnone, ove la Regina si recò per cambiare aria, soggiornando in casa di lui. Enrichetto L. fu Maestro Razionale della Regia Corte nel 1422 ed Antonio fu Deputato della Nobiltà di Bari nel 1450 per presentare l'annua strenna che la città pagava al Principe di Taranto. Pier Giacomo L. fu prode guerriero, fu spedito con una brigata di cavalieri da Isabella d'Aragona Duchessa di Bari in soccorso di Consalvo di Cordova, presso Corato. Morì combattendo nella invasione francese comandata da Lautrec, avendo avuto l'ordine da Carlo V di sottomettere alcune città che avevano inalberata la bandiera francese. Tommaso fece parte del general parlamento tenuto da Isabella d'Aragona Duchessa di Milano e di Bari per la sovvenzione da darsi pel maritaggio di Bona Sforza sua figliuola, per la quale la sola Università di Bari contribuì per ducati 18 mila. Fu poi Governatbbe copiose lodi dal Re Cristianissimo.

Compre um documento heráldico sobre família Namberto

Escudo da família: Namberto

Brasão da família

D'azzurro al leone al naturale, tenente un giglio d'oro, attraversato da una sbarra di rosso carica di due gigli pure d'oro.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome