Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Nangano, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Nangano
Corona nobiliare Nangano
Antica famiglia siciliana, di chiara e provata nobiltà, residente in Acireale propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. L'origine di tal cognominizzazione, al dir di illustri genealogisti, andrebbe ricercata in un soprannome, basato, a sua volta sull'omonimo vocabolo, ovvero una macchina tessile per la compressione del tessuto, probabilmente, riferimento al mestiere svolto da un, oggi ignoto, capostipite. In ogni modo, tal casato, come evincesi da documenti ed atti notarili, in ogni epoca, sempre riuscì a distinguersi, grazie agli elevati personaggi, a cui diede i natali. Tra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, ricordiamo: Giuseppe, valente combattente... Continua

contro gli Ottomani, valoroso combattente nella "guerra d'Otranto", del 1481; Giacomo, regio milite, vivente in Acireale, nel 1490; Giulio, protomedico alla Corte Napoletana, vivente nel 1524; Mariano, milite dei corazzieri del re Filippo II di Spagna; Orazio, distintosi nella difesa di Malta contro i Turchi, nel 1565; Biagio, giudice pretoriano di Palermo nel 1573; Antonio, giureconsulto, vivente in Palermo, nel 1587; P. Nicola, dell'Ordine dei Predicatori, vivente in Messina, nel 1604; Giuseppe, notaio, vivente in Acireale, nel 1624; Pietro, dottore in Sacra Teologia, vivente in Acireale, nel 1678; Ernesto, notaio in Acireale, vivente nel 1687; Gaetano, acatapano nobile in Acireale nel 1775; Giuseppe Martelli Mangano, senatore di Augusta, nel 1800-1801; Salvatore, premiato con medaglia, all'Esposizione didattica di Palermo, nel 1888. Altro ramo. Nobile famiglia lombarda, dalla quale trasse il nome la frazione di Torre del Mangano, ove, in epoca comunale, possedeva il castello. Giovanni Nangano fu vicario maggiore di Azzone Visconti, signor generale di Milano, nel 1333. I cognomi di cotal risonanza, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.


Compra un documento araldico su Nangano

Stemma della famiglia: Nangano

Blasone della famiglia

Inquartato in decusse d'azzurro e d'argento caricato nel cuore di una stella di sei raggi d'oro (Armorial G
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome