Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Nascardi, provenienza: Italia

Titolo: Conti
Araldica della famiglia: Nascardi
Corona nobiliare Nascardi
Già signori e conti di Trebbiano e d'altre terre in Lunigiana, ma originarj di Sardegna ed ivi aventi di poi il loro precipuo domicilio, benchè si diramassero fino a Genova. Antonio anziano in Genova, 1405. Nicolò qm. Francesco ebbe fama per molta letteratura, per la perizia nelle leggi, per l'innocenza della vita, e fu carissimo a S. Carlo Borromeo. Nel 1579 fu eletto Vescovo di Brugnato. Giuseppe, fratello di Nicolò, dottore in leggi e protonotaro apostolico, fu vicario generale dello stesso S. Carlo, e nel 1587 venne designato Vescovo di Ajaccio. Alderano, fratello di detti Nicolò e Giuseppe, fu valente... Continua

giureconsulto, e uditore in molte Rote d'Italia. Agostino figlio di Alderano, cameriere d'onore di Urbano VIII, lesse eloquenza in Roma, e lasciò molte opere, fra le quali è tuttavia riputatissima quella dell'Arte Istorica. Morì in Sardegna a 49 anni, nel 1640. Giovanni, altro figlio di Alderano, fu Vescovo di Nebbio, 1621-46. Angelo, Vescovo di Noli, 1616. Nel 1680 Alberico di Carlo Mascardi sarzanese, in età di anni 24, fu ascritto al libro d'oro; e nel 1692 fu parimente iscritto il figlio di lui Carlo Maria, il quale poscia entrò nei Barnabiti, e nel 1710 andò Vescovo a Ventimiglia ove morì nel 1741.


Compra un documento araldico su Nascardi

Stemma della famiglia: Nascardi

Blasone della famiglia

Trinciato: d'azzurro e d'argento alla banda di rosso sulla partizione, ciascun punto al giglio dall'uno all'altro.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome