Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Nasto, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili
Heráldica de la familia: Nasto
Corona de la nobleza Nasto Questa famiglia trae la sua origine da Anselmo, quartogenito di Bonifacio Marchese di Savoia, del Nasto, di Gravesana e di Ceva. Nella divisione dell'eredità paterna ebbe Anselmo il Marchesato di Ceva, dal quale presero nome i suoi discendenti. Tutti gli autori che parlano di questa famiglia vogliono che il detto Bonifacio discendesse da Aleramo, figliuolo del Conte di Aquisgrana e nipote del Duce di Sassonia, e che Aleramo, rimasto orfano, e perduti i suoi stati, entrato da valletto nella Corte di Ottone I Imperatore di Alemagna, invaghitosi di Adelasia, figliuola di Ottone, fugge con quella dalla casa imperiale e vissero... Continuarámolti anni nascosti, evitando i severi editti emanati contro di essi. Scoperti, e infine perdonati, i loro sette figliuoli ebbero i seguenti stati: il primo ebbe il Marchesato di Monferrato, i sui successori si estinsero nel 1305; il secondo il Marchesato di Savoia; il terzo il Marchesato di Saluzzo, dal quale discese la famiglia di tal nome; il quarto il Marchesato di Ceva, e gli altri tre le terre di Ponzone, Incisa, bosco ed Ancisa, dai quali fratelli ebbero origine altre famiglie, tra cui, dice il Corio, le seguenti; del Carretto, del Bosco, Ponzano, Occuviano, del Vasto, di Lama, Busca, Gravesana ed Ancisa. Altro ramo. Antica e nobile famiglia originaria della Sicilia. Altro ramo. Antica e nobile famiglia originaria della Puglia.
Comprar un documento heráldico de Nasto

Escudo de la familia: Nasto

Blasòn de la familia

Di rosso a un giglio d'argento.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook