Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Nazzi, provenienza: Italia

Titolo: Marchesi - Nobili
Araldica della famiglia: Nazzi
Corona nobiliare Nazzi Antichissima famiglia ghibellina d'Arezzo, di origine verosimilmente germanica, perché nei documenti dei secoli X e XII, editi dal Pasqui nei suo "Documenti per la storia della città d'Arezzo", sono sempre qualificati "longobardi de Turrita et Agazzi". Oltre i detti due feudi di Torrita ed Agazzi ("ager Actii"), ebbero sin dal sec. X quello dei castelli fortificati di Pulicciano, Fontignano, Rigutino e Lignano, di S. Fiora, di Viciomaggio, di Campo Azziano, Solazzi ("Solium Actii"), della terra di Ripola (donata nel 955 da Ariberto, Ugo, Grifone e Zenobio al monastero di S. Flora), di Campo d'Orco (donato nel 999 dall'arcidiacono Eriberto e... Continuadal fratello Zenobio allo stesso monastero), di Pitigliano, alla chiesa di S. Donato di Arezzo), ed altri, tutti nel territorio aretino. Arengario di messer. Azzo, creato console d'Arezzo a vita, era nel 1163 a capo delle milizie aretine pel Barbarossa contro le città ribelli della Lega Lombarda. Suo figlio Azzolino, Podestà e generale degli Aretini nel 1207, rupe a 4 miglia da Siena l'esercito guelfo, cacciando i guelfi alleati dalle campagne d'Arezzo. Azzo di Guido era capitano del Popolo e generale di guerra delle milizie ghibelline contro i Fiorentini e la lega Guelfa. Vive nella tradizione e nelle leggende locali il ricordo della eroina Ippolita, che nel 1289, dopo la rotta di Campaldino, liberò Arezzo dall'assedio e dallo sterminio, mettendo in fuga l'esercito fiorentino e dei fuorusciti guelfi, capitanato dal Duca di Narbona. tra quelli di questa famiglia che piu si distinsero nel mestiere delle armi, fu Bernardino, che arruolatosi nell'esercito imperiale di Lombardia sotto Giovanni delle Bande Nere, fu creato da Alessandro dei Medici generale di tutto lo Stato e, confermandovi da Cosimo I, fu poi chiamato alla stessa carica della Repubblica di Venezia. Nell'Ordine militare di S. Stefano di Toscana, al quale i Degli Azzi furono costantemente ascritti sin dalla sua fondazione, ebbero cariche importanti, e capitanarono ripetutamente le imprese della Marina toscana in Barberia ed in Levante: nel 1744 Ugo Degli Azzi era comandante delle galere dei Granduca. Nel campo delle lettere, oltre Francesco Maria che fu uno degli eruditi più insigni del sec. XVIII e che scrisse la Storia d'Arezzo e quella della famiglia, merita to di Arezzo con decreto del 15 dicembre dell'anno 1755.
Compra un documento araldico su Nazzi

Stemma della famiglia: Nazzi

Blasone della famiglia

Partito inchiavato, d'argento e di rosso.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome