Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Nevata, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili
Heráldica de la familia: Nevata
Corona de la nobleza Nevata Da una strada piuttosto elevata che dallo Scrivia giungeva alla Frascheta e denominata, appunto, Levata per la sua particolare caratteristica, prese nome il villaggio che la fiancheggiava, assunto a sua volta da una famiglia, ivi residente, della quale è accertata la presenza sin dal 1162; un Giovanni de Nevata, di Domenico, infatti, appare come teste in istrumento del 6 marzo, relativo alla vendita di alcune proprietà terriere in Godio, al monastero di Rivalta; Pietro è teste in atto del 16 dicembre 1202, con cui i consoli di Tortona immettono il monastero di S. Eufemia nel possesso di beni in Viguzzolo... Continuará

di terzi. Loterio de Nevata presenzia, come teste, alla stesura del documento, con cui il 2 dicembre 1232 il marchese Bonifacio di Monferrato vende ai tortonesi il castello e la villa di Novi; lo stesso, che nel 1235 siede al Consiglio generale, il 6 gennaio nomina Lantelmo di Casei a procuratore del Comune per la pace con Genova, affidando al medesimo la scelta degli arbitri sulle questioni inerenti; il 26 novembre 1245 approva la vendita di beni a terzi in territorio di Novi deliberata dal comune; Giovanni de L, di Volpeglino è teste in istrumento del 14 dicembre 1248 col quale Pietro Falavello cede terreni ivi a terzi; in atto del 13 marzo 1263 relativo alla vendita di terreni in Novi al monastero di Rivalta è teste Corrado de L. Nel 1269... De Nevata, non meglio identificato ma che opiniamo sia il consigliere Agricola, di cui più oltre, è deputato a recarsi con un collega in Cremona ove il re di Napoli Carlo d'Angiò aveva convocato i rappresentanti delle città Lombarde per proporre loro la propria sovranità: fu deluso perché molti degli intervenuti, tra cui i delegati tortonesi, dichiararono apertamente gradire rapporti d'amicizia ma non di sottomissione; al Consiglio generale, il 20 aprile 1269 Agricola de Nevata nomina un procuratore in causa col comune di Pavia per la Bagnolasca ed a giudice Corrado Opizzoni; Enricoo ed Agricola, consiglieri, partecipano alla seduta del 6 maggio 1278 con cui il comune di Tortona conferisce la cittadinanza alla comunità di Vuguzzolo; Gandolfo Angelo appare nell'elenco dei fitti dovuti negli anni 1273-1281 al canonico Emanuele Scopelli ed è citato pure nella partita di estimo di Guidotto Falavello fatta trascrivere il 10 gennaio 1281 dal podestà di Torta S. Quirino e Antonio fu Giacomo a Porta S. Stefano come riusulta dalla "Matricola dei notai che rogarono nel tortonese". I cognomi così antichi rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.


Comprar un documento heráldico de Nevata

Escudo de la familia: Nevata

Blasòn de la familia

Partito di rosso e di verde; nel 1° a una torre al naturale, al 2° al leone d'oro.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome