Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Norriglia, provenienza: Italia

Titolo: Patrizi
Araldica della famiglia: Norriglia
Corona nobiliare Norriglia Pare che i Toriglia provengano dalla omonima località presso Genova, o da Val di Sturla nel Chiavarese; il Della Cella avanza la ipotesi che siano un ramo dei conti di Lavagna. Figurano con Giulio Silvio, e Pietro alla pace pisana del 1188; Luchino nel 1368 e Giovanni nel 1394 furono anziani. Raffaele sedette fra i giudici nelle discordie con i siciliani, causate da certe rappresaglie nel 1446. Simone fu consigliere nel 1391; Francesco console dei sarti nel 1417; Gerolamo, vicario in Riviera di Levante nel 1417, anziano nel 1418, console di Provenzali e maestro portulano di re Renato... Continua

in Calabria nel 1438; Tommaso ambasciatore a Nizza nel 1448, Agostino nel 1453 e 1465 e Giovanni nel 1475 anziani; Pellegro, console dei genovesi in Provenza nel 1478; Giovanni, anziano nel 1496, ambasciatore al re di Spagna nel 1508. Sono classificati nel 1500 fra i "mercatores nigri". Nel 1528 furono ascritti nell'Albergo Cibo: Gio. Giacomo, Gio. Agostino, Gio. Carlo, Paolo Gerolamo, Domenico, Giovanni, Orazio e Pellegro. Antonio fu vescovo di Brugnato nel 1345; Pietro di Carpentras pure nel 1345; Pellegro di Gallipoli nel 1536. Giorgio fu segretario di Papa Sisto IV nel 1430; Orazio cavaliere di Malta e commendatore di S. Giovanni di Pre nel 1578; Paolo nel 1630 fu capitano di Chiavari e Francesco lo fu nel 1667; Giovanni fu ambasciatore in Toscana nel 1753; lodatissimo governatore di Chiavari nel 1761-62, esimio letterato. Furono senatori della Serenissima Repubblica: Giovanni (1583), Paolo Gerolamo (1614), Francesco (1658, 1677), Giovanni (1692). Un altro Giovanni, figlio di Paolo Gerolamo e Pellina Spinola, entrò in carica di senatore il I° luglio 1795, alla vigilia della caduta della Repubblica; fu inviato insieme ad altri cittadini a trattare con il generale Hohenzollern dopo l'assedio di Genova nel 1800; sposò Bettina Balbi e fu padre di Paolo Gerolamo, deputato alla Università nel 1820, cavaliere dei SS. Maurizio e Lazzaro. Da lui e dalla sua consorte Maddalena De Ferrari nacquero: Angelo, morto nel 1893 di 85 anni; Alessandro; Battistina in Rati Opizzoni; Maria in Zoagli. Angela sposò Luuigia Elena e fu padre di Paolo, marito di Bianca Sertorio, morto nel 1930 s. pr.; Pietro, marito di Emmelina Penny, morto pure senza prole; Alessandro, morto 1905, marito: 1) dita nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano col titolo di patrizio genovese (m.


Compra un documento araldico su Norriglia

Stemma della famiglia: Norriglia

Blasone della famiglia

Di rosso al leone d'oro, coronato dello stesso, tenente un giglio d'azzurro nella zampa destra, con la banda d'azzurro attraversante sul tutto.
Blasone tratto dal "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. terzo, pag. 36, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome