Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Orangoni, país de origen: Italia

Nobleza: Marchesi - Nobili
Heráldica de la familia: Orangoni
Corona de la nobleza Orangoni La famiglia dei conti Rangoni di Reggio Emilia discende dalla famiglia dei marchesi Rangoni di Modena, ed è un ramo di essa. Già prima che essa si trasferisse a Reggio, la famiglia Rangoni aveva dato alla città di Reggio due vescovi ed un governatore della città. Ugo, di Gherardo, di Ugo, e di Violante, di Ambrogio Cartari, di Ferrara, fu nominato vescovo e principe di Reggio dal papa Giulio II nel 1510, in età; e in tempi assai difficili per quella Chiesa, colpita da interdetto, che le fu tolto nel 1512. Egli godette la fiducia dei pontefici Giulio II, Leone... ContinuaráX, Adriano VI, Clemente VII e Paolo III, che gli affidarono importanti uffici. fu governatore di Roma, prolegato della Santa Sede in Parma e Piacenza, legato in Germania ed in Ispagna presso l'imperatore Carlo V, poi segretario apostolico, cubiculario del papa. e scrittore delle lettere della Penitenzieria. Nella sua diocesi poi tenne il Sinodo del Clero nel 1516; fece la ricognizione dei corpi dei Santi Grisanto e Darian e nel 11528 ripose nel Tempio riscostruito di S. Prospero le reliquie di quel santo, protettore della città. Curò la erezione di importanti conventi, e molto si interessò della sua diocesi in occasione della peste che infierì nel 1528. Sostenne in ogni occassione i diritti della diocesi, e curò il decoro e lustro delle sue chiese. Morì in Modena il 25 agosto 1540 a soli 54 anni. La sua salma fu trasportata a Reggio e sepolta nella Cattedrale, nella grande Cappella Rangone, a sinistra dell'altare maggiore, e gli fu eretto un magnifico e grandioso monumento, non indegno di una Basilica di Roma, opera dello scultore Prospero Spani (o Sogari) detto "il Clemente". Scrissero di lui parecchi storici, fra i quali il Tiraboschi, il Vedriani e mons. Saccani nella "Cronotassi dei vescovi di Reggio", dalla quale sono tratte in gran parte queste notizie. Claudio, di Alessandro, di Ercole, pronipote del vescovo Ugo (n. nel 1559), fu abate di Canossa, poi eletto vescovo e principe di Reggio da Clemente VIII nel 1592. Lasciò ricordi di ottimo e saggio vescovo. Tenne i Sinodi diocesani del 1595, 1597 e 1613, che furono poi stampati, insieme a sue costituzioni e decreti, e compilò un rituale per la sua chiesa, pubblicato nel 1614. S'interessò del culto per la B. Vergine della Ghiara; pose la prima pietrhe delicati uffici all'estero.
Comprar un documento heráldico de Orangoni

Escudo de la familia: Orangoni

Blasòn de la familia

D'oro, al pero al naturale fruttifero del campo, nodrito nella punta dello scudo e sinistrato da un orso al naturale, rampante al fusto. (Baldassarri).
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2015 - 2016 Heraldrys Institute of Rome