Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome PIU, país de origem: Italia

Nobreza: Conti - Marchesi - Nobili
Heráldica da família: PIU
Coroa de nobreza PIU
Fra gli intervenuti di pace con i Pisani del 1188 appare un Piuma d'Oro: si tratta forse di un soprannome, giacché secondo testimonianze attendibili la fam. venne a Genova da Como nel sec. XIV. Il notaro Muzio, vivente nel 1600, appassionato ricercatore di memorie patrie ed amico dei membri di tale fam., radunò numerosissime copie di atti notarili che li riguardano, per la durata di quattro secoli dal XIV al XVII. Dalla sua raccolta si rileva che nel 1315 Giacomo fa procura al fratello Tomaso. Lo stesso notaro ricorda in atto del 1465 Giacomo. Nel 1467 appare ancora Leonus magister... Continua
antelami, loco della Chiuma. Comincia nel 1479 la serie dei "seateri", che continua con Gottardo nel 1480 e con Bartolomeo, padre di Mariola, Pellegrina, Mariettina, Brigidina, Geronimo e Pietro. Le due arti del costruttore edile - ricordare i maestri Comacini, - e del setaiolo erano forse ricordo del luogo d'origine. Nel 1485 abbiamo un Pantaleus seaterius, nel 1500 Benedictus magister antelami e nel 1542 Pantaleus e fratelli "piccapietra". Nel 1500 un sacerdote, Angelus, presbiter cappellanus. Pervenuta la famiglia mercé la sua attività a cospicua posizione, un ramo di essa è ascritta alla nobiltà nel 1528 nell'Albergo Promontorio; nella raccolta del Muzio troviamo un atto del 1549 rogato Sivori, riguardante Antonio de Promontorio Pluma ed altro nel 1555 riguardante Gregorio de Promontorio Pluma. Questo ramo si estinse però in breve tempo. Per cariche pubbliche sono ricordati: Pietro, censore nel 1421, Giberto, anziano nel 1517. Nel 1746, all'epoca della cacciata degli Austriaci, molto si distinse Giovanni Battista, mercante, capo di varie parrocchie, membro della giunta di marina e dei passaporti: in riguardo dei suoi meriti furono ascritti alla nobiltà il 24 gennaio 1759 suo figlio Domenico Maria, col figlioletto Giovanni Battista Seracino, di anni 8, e nel 1773 Giuseppe Maria altro figli di anni 12. Questi morì celibe, mentre il primogenito, che fu degli Ecc.mi governatori, sposò Geronima Marana, da cui Carlo Tomaso (n. 1783), marito in prime nozze di Felicina Piccalunga e in seconde di Dorotea Doria. Furono suoi figli: Giovanni Battista (n. 1811, dec. 1870), sacerdote; Francesco Maria (n. 1815, dec. 1841); Vincenza, monaca. Il Francesco Maria sposò Francesca Castagnola e furchitetto civile e l'anno dopo pubblicò in "Annali di Matematica" due lavori di calcolo integrale, seguitanto le sue apprezzatissime pubblicazioni scientifiche su varie riviste fino agli ultimi anni di sua vita.
Compre um documento heráldico sobre família PIU

Escudo da família: PIU

Brasão da família

D'oro, alla scala di tre piuoli di rosso.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome