Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Pagnarelli, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Pagnarelli
Corona nobiliare Pagnarelli
Antica ed illustre famiglia di Urbino, di chiara e provata nobiltà, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Nel 1499, Bartolomeo, di Lodovico Pagnarelli, fu il primo Priore di cotal famiglia; Placito e Marco, invece, ottennero il primo grado, in data 25 aprile 1632. Pietro fu un insigne matematico ed architetto militare. Andò, con D. Antonio, re di Portogallo, nelle Isole Terzere, per fortificare e mettere in difesa alcuni luoghi di quelle; servì, in Francia, il Duca di Mercurio, di Gioiosa e di Guisa. Si distinse, inoltre, al servizio addetto alla Repubblica di Lucca. Ma, d'altronde, tal casato,... Continua
in ogni epoca, sempre riuscì a distinguersi, grazie agli elevati personaggi, a cui diede i natali. Tra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, ricordiamo: Ser Francesco, egregio notaio, vivente in Urbino, nel 1403; Lorenzo, matematico ed assai stimato progettatore di strumenti, quali orologi e compassi; Saverio, nunzio apostolico, vivente nel 1552; Cav. Marco Antonio, notaio della Sacra Rota Romana, vivente nel 1598; Alessandro, dottore in Sacra Teologia, vivente in Urbino, nel 1604; Giovanni, dottore in Filosofia, vivente in Roma, nel 1612; D. Luigi, nunzio apostolico in Ancona, vivente nel 1611; Alessandro, dell'Ordine dei Predicatori, fiorito in Urbino, intorno al 1613; P. Gio Antonio, urbinate, membro della Congregazione, creata dal Card. Antonio Santa Croce; Leonardo, notaio della Sacra Rota Romana, vivente nel 1632; Michele, dottore in Scienze Naturali, vivente nel nel 1651; Giacomo, consigliere del Governatore di Collevecchio, vivente nel 1682; D. Piero, Canonico e Commissario Apostolico, vivente in Urbino, nel 1689; D. Giuliano, teologo e lettor di filosofia, presso varie università, vivente in Bologna, nel 1702; Filippo, ingegnere edile in Cosignano, nel 1798-1799. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Compra un documento araldico su Pagnarelli

Stemma della famiglia: Pagnarelli

Blasone della famiglia

Di ... (azzurro) alla cicogna, sostenente colla zampa destra un ramo di fiori, e tenente nel becco un chiodo, il tutto al naturale.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook