Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Palasca, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Palasca
Corona nobiliare Palasca Molte famiglie durante l'occupazione della casa d'Aragona vennero a stabilire propria schiatta o ad occupare importanti cariche al seguito di Federico II in Sicilia. Federico II fu incoronato a Palermo il 1296, non mancarono durante l'occupazione Aragonese le pretensioni della casa d'Angiò e le scomuniche del papa; anche un momento lo stesso Giacomo si mostrò disleale e nemico al fratello ed alla nazione, che l'aveva fedelmente servito. La lotta finì colla prigionia di Filippo d'Angiò, e colla vittoria delle armi siciliane, per cui ne venne la pace di Caltabellotta che chiudeva la guerra tra gli Angioini e gli Aragonesi. Federico... Continua

II era riconosciuto re di Trinacria. Riformò gli ordini del regno, allargò le libertà municipali, rispettò le costituzioni ed i privilegi dell'Isola; e dopo aver intrapreso varie guerre e trionfato, con fama di ottimo re e benemerito dei Siciliani, in Palermo cessò di vivere nel 1336 in età di 65 anni dopo 40 anni di glorioso regno che lasciò al figlio Pietro II. Nobile famiglia di catalogna, ove al dir di Mugnos fiorirono: un Pierluigi governatore di detta provincia sotto re Giacomo II; un Guerao governatore di Barcellona sotto re Pietro IV; un Guglielmo alfiere della milizia di Barcellona; un Bernardo governatore perpetuo dell'isola delli Gerbi 1313, il cui figlio Nicolò sembra essere stato il primo a passare in Sicilia, ottenuto avendo da re Federico II la castellania di Lentini 1320, ove fu anche capitano e giurato, rendendosi progenitore di molti distinti personaggi, che in varie città dell'isola si sparsero.


Compra un documento araldico su Palasca

Stemma della famiglia: Palasca

Blasone della famiglia

Semipartito e troncato: al primo di rosso alla croce di argento patente, scorciata; al secondo di azzurro al giglio d'oro; al terzo di azzurro al monte di tre cime di verde all'italiana, ristretto con la fascia d'argento sulla troncatura, caricata di tre speronelle di rosso.
Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI",Vol. III pag. 114 .
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome