Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Paludi, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili
Heraldik die Familie: Paludi
Krone des Adels Paludi
Furono ascritti al nobile consiglio nel 1081. Un Belludo e un Passerino consoli della patria. Un Luca, dei Minori Conventuali, per la sua pietà meritò il titolo di Beato. Molte le famiglie che appartennero alla nobiltà veneta, molte di queste erano di Verona anche se non tutte di esse erano scritte al già Nobile Consiglio di Verona così come ci riporta il Cartolari nelle sue "Cenni sopra varie famiglie illustri di Verona e Famiglie già ascritte al Nobile Consiglio di Verona", stampati in Verona nel 1885 in 8°, dal Vicentini e Franchini. Un'antichissima versione sulla origine di questa famiglia dice:... Fortsetzung folgt

Vennero de altre terre, grandissimi homeni solito de facende, et erano zojelieri, et altre sorte de mercantie, et hano fatto de belli stabeli, sopra la fondamenta della medesima città. E difatti in questa città vi sono memorie di una famiglia. Nuclei di questa gente si stabilirono a Chioggia, a Pellestrina ed in altri luoghi del litorale della laguna, dove, per distinguersi uno dall'altro, si denominarono: Chiodo, Bazzara, Drago, Grillo, Campanaro, Piva, Cajo, Dalla Cariola, Salata, Penini, Busi, Gallo, Labbia, Daotto, Bell'umore, Brazzara, Marchian, Marubio ecc. Non è improbabile che qualcuno di questi abbia abbandonato il cognome originario per assumere definitivamente quello con cui erano sopranominati.


Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Paludi

Familien-Wappen: Paludi

Blasonierung die Familie

Troncato con la divisa centrata (alias concava) di rosso; nel primo d’azzurro a tre stelle d’oro, ordinate in fascia; nel secondo d’azzurro, alla campagna d’argento.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome