Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Pambianchi, país de origen: Italia

Nobleza: Conti - Nobili - Patrizi
Heráldica de la familia: Pambianchi
Corona de la nobleza Pambianchi Illustre casato, di chiara e provata virtù, i cui propri panegiristi le attribuiscono origini antichissime, facendola discendere da una famiglia consolare romana. Agli albori del secolo decimo terzo, i membri della famiglia, si trovavano in Bologna, quali popolani di parte geremea, poi, forse a causa delle fazioni cittadine, passarono ad abitare a Firenze: banditi di là, ritornarono in Bologna, e, considerati come fiorentini, vennero ascritti alla compagnia dei Toschi, una fra le società d'armi della città. Nelle lotte intestine, ebbero la loro torre abbattuta, per decreto pubblico nel 1303, ed andarono soggetti a esili, a confische e a condanne nel... Continuará
capo. Fra i personaggi di questa famiglia emerge Pietro de Pambianchi, che, inviato dai Bolognesi nel 1389 a Carlo VI re di Francia per implorare soccorsi contro i Visconti, ne riportò, oltre la promessa di protezioni, il dono d'un orifiamma azzurro coi gigli d'oro; il che gli valse in premio l'investitura perpetua del castello di Piano nell'alto Appennino, eretto più tardi da papa Clemente VII in contea. Diedero vari lettori al patrio studio, e numerosi gonfalonieri di giustizia e anziani al comune: in senato occuparono un seggio ereditario dal 1466. Da Francesco d'Alessandro, anziano nel I° bimestre dell'anno 1550, scende, alla distanza di dieci generazioni, Francesco di Cesare, n. a Molinella (Bologna) nel 1885, al quale con D. Pres. 6 marzo 1927 è stato riconosciuto il titolo di patrizio di Bologna trasmissibile in linea maschile. Da lui e dalla signora Carolina Bianchini sua moglie sono nati i viventi Luigi (1923) e Rita (1916). Motto della famiglia: Interius candet - Robur prudentia fimat. Altro ramo. Originari di Vignola, sotto il cognome Barabocchi. Sulla fine del 1600 o sul principio del 1700. Giacomo Barabocchi, esattore comunale in Vignola, condusse in moglie Maria Giovanna Muratori, la prima delle sorelle del grande storico Lodovico Antonio Muratori, al quale piacque di tramutare al cognato il cognome in quello attuale. Da Lorenzo di Giacomo, amministratore dei beni dell'illustre zio e del quale fu poi erede per un terzo, nacque l'avv. Tommaso prima di sua famiglia ascritto alla nobiltà modenese (28 dicembre 1789). Ebbe Tommaso dieci figli dei quali meritatamente celebri sono Giuseppe, grande astronomo e professore e Matteo, matematico e scrittore.

Comprar un documento heráldico de Pambianchi

Escudo de la familia: Pambianchi

Blasòn de la familia

Bandato d'oro e d'azzurro alla fascia d'argento attraversante sul tutto (Arme per concessione del re Carlo V, 10 maggio 1389).
Bianchi di Bologna e Milano. Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", Vol. II pag. 71.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome