Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Panfani, provenienza: Italia

Titolo: Baroni - Nobili
Araldica della famiglia: Panfani
Corona nobiliare Panfani
Con partito della Magistratura civica di Fiesole del 24 febbraio 1839, fu proposta l'ascrizione al ceto nobile di quella città di Giuseppe, del dott. Gaetano, archivista alle Riformazioni, discendente da famiglia ammessa alla cittadinanza fiorentina nel quartiere di S.M.N., gonfaloniere Lion Bianco: ciò che fu concesso con rescritto granducale del 14 giugno dello stesso anno. La famiglia è iscritta nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano col titolo di nobile di Fiesole (mf.) in persona dei discendenti da Luigi, Pietro e Loepoldo, di Giuseppe, di Gaetano. Altro ramo. Famiglia oriunda di Chiaravalle, che ottenne l'ascrizione alla nobiltà di Montalto (Marche), nel 1826, in... Continua
persona di Vincenzo, e la concessione del titolo di barone in linea primogeniale maschile, da S. Maestà Vittorio Emanuele III, con R.D. 24 aprile 1901 e RR.LL.PP. 21 luglio 1901, in persona di Giuseppe, di Geniale. Che i membri della famiglia Panfani siano noncuranti delle cose volgari, ripromettendosi dalle sole loro energie la dovuta ricompensa, lo provano i documenti fino ad oggi conosciuti come il Dizionario Storico-Blasonico del commendatore G.B. di Crollalanza che ne ha raccolte le tracce lasciate dalla famiglia in quelle città ove ebbe dimora ricoprendo cariche legislative, militari o altro, contribuendo non poco alla riuscita di quei documenti utili alla scoperta di questa famiglia.
Compra un documento araldico su Panfani

Stemma della famiglia: Panfani

Blasone della famiglia

Di rosso, alla croce d'argento, caricata di nove campane, battagliate di nero.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome