Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Pannilini, país de origem: Italia

Nobreza: Patrizi di Siena
Heráldica da família: Pannilini
Coroa de nobreza Pannilini
Antica ed assai nobile famiglia oriunda da Cana, nella Maremma senese, i cui possedimenti però si estendevano fino alla Valle della Chiana, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Trasferitasi a Siena, sin da epoche remote, vi esercitò l'arte dei panni di lino, da cui le venne il cognome. Durante la guerra aragonese contro la Francia del sec. XV Simone Pannilini sostenne i primi inviando ingenti quantità di truppe e danaro a Ferdinando I di Napoli, il quale apprezzandone il gesto convertì in feudi i possedimenti del Pannilini nominandolo, insieme al fratello Mino ed alla sua discendenza tutta,... Continua
Patrizio di Siena. I Pannilini risultano iscritti nel Monte del Popolo, creato verso il 1360, ma il primo di essi che abbia partecipato effettivamente al governo di Siena fu Pietro, di Mino, di Paolo, nel 1429. Nanni, di Barna, fu provveditore di Biccherna nel 1432, e già nel 1403 era stato incaricato della riforma dello Studio. Agnolo, di Pietro, fu anch'esso provveditore di Biccherna nel 1459. Nino e Matteo furono i capi della setta dei Biribatti, cioè dei più scalmanati popolari, nemici dell'Ordine dei Riformatori. Matteo, nel 1484, ferì Marco Landucci, che era fra i maggiorenti della parte avversa. Mino, che era divenuto capitano del popolo, fu decapitato nel 1487, quando Pandolfo Petrucci riuscì a rientrare in città e rovesciare il governo popolare. Giulio fu mandato nel 1521 a Chiusi per la guardia di quella città. Nel 1562, poi, fu confinato per sospetti politici. Antonio, che era fuoruscito dalla patria, militò nell'esercito pontificio ma, accortosi che Clemente VII combatteva per impadronirsi di Siena e non per renderla libera, abbandonò l'esercito. Marcantonio, nel 1542, andò a Mantova per un'ambasceria al Granvela, ministro di Carlo V, e, nell'anno successivo, sostenne un'altra ambasceria a papa Paolo III. Antonio, nel 1543, ottenne dal pontefice di poter dedicare una parte delle entrate ecclesiastiche del dominio senese a fortificare le terre vicine al mare, onde difenderle dai Turchi. Nel 1533, papa Giulio III voleva comperare da detto Antonio la tenuta della Fratta, per erigerla in contea per il proprio nipote ma la Repubblica senese negò il proprio consenso. Camillo fu alfiere dell'esercito senese e fu fatto prigioniero dagli imperiali nel 1552. Emilio, di Marcantonio, fu priore ereditario di Siena nell'ordine di S. Stefano; dopo di lui ebbero tale onore Emilio, di Marcantonio, nel 1590; Camillo, di Mino, nel 1602; Ippolito, di Camillo, nel 1606; Emilio, di Emilio, nel 1612; Pandolfo, di Ippolito, nel 1621; Antonio, di Pandolfo, nel 1669 e Agnolo, di Pandolfo, nel 1681. Girolamo, di Giuseppe, fu rettore dello Spedale della Scala. La famiglia è iscritta nel Libro d'Oro dei Patrizi di Siena con Decreto 10 Giugno 1753 e successivamente in quello della nobiltà italiana con il titolo di Patrizio di Siena. Non molte famiglie, anche fra le più antiche, possono vantare una nobiltà di origine così pregevole, della quale i discendenti, a buon diritto, potranno vantarsi.
Compre um documento heráldico sobre família Pannilini

Escudo da família: Pannilini

Escudo da família Pannilini (Siena - Roma)

1 Brasão da família Pannilini (Siena - Roma)

Inquartato: nel primo e nel quarto d'oro alla stella di otto raggi d'azzurro, nel secondo e nel terzo d'azzurro al monte ristretto di sei cime d'oro.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. secondo, pag. 272, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.

Escudo da família Pannilini (Toscana)

2 Brasão da família Pannilini (Toscana)

D'oro al monte isolato di sei cime d'azzurro sormontato da una stella di otto raggi dello stesso.

Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", vol. II pag. 81 .

Escudo da família Pannilini (Pisa)

3 Brasão da família Pannilini (Pisa)

D'argento, alla gemella in banda di verde, e al capo di rosso.

Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze.

Escudo da família Pannilini (Pisa)

4 Brasão da família Pannilini (Pisa)

Troncato: nel 1º di rosso pieno; nel 2º d'argento, alla gemella in banda di verde.

Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze.

Escudo da família Pannilini (Siena - Roma)

5 Brasão da família Pannilini (Siena - Roma)

Inquartato: nel primo e nel quarto d'oro alla stella di otto raggi d'azzurro, nel secondo e nel terzo d'azzurro al monte ristretto di sei cime di verde.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. secondo, pag. 272, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.

Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome