Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Panti, provenienza: Italia

Titolo: Cavalieri
Araldica della famiglia: Panti
Corona nobiliare Panti Antica famiglia toscana, di chiara ed avita virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. L'origine di tal cognominizzazione, al dir di illustri genealogisti, andrebbe ricercata in una modificazione, dovuta a fenomeni di fonetica dialettale e/o ad errori di tradizione manoscritta, del nome latino, di matrice greca, "Panthu", appartenuto, probabilmente, ad un, oggi ignoto, capostipite. In ogni modo, tal casato, verosimilmente, venne fregiato del cavalierato, in seguito alla partecipazione, connotata da coraggio ed onore, sotto i vessilli della Santa Lega, di un Paolo Panti, al celebre fatto d'armi della Battaglia di Lepanto, del 1571. Ma, d'altronde, la famiglia,... Continua
sempre, riuscì a distinguersi, grazie agli elevati personaggi, a cui diede i natali. Tra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, ricordiamo: Bernardo, dottore in "utroque jure", vivente in Firenze, nel 1434; Riccardo, notaio, operante in Firenze, dal 1451 al 1487; Filippo Maria, dottore in "utroque jure", vivente in Fiesole, nel 1512; P. Matteo, dell'Ordine dei Chierici Regolari, uditore e preposito del proprio ordine, vivente nel 1532, in Montevarchi; D. Antonio, canonico, teologo e commissario apostolico, vivente in Firenze, nel 1562; Carlo Maria, protomedico, vivente in Montevarchi, nel 1611; Cav. Saverio, chiaro giureconsulto e saggista, membro di numerose accademie, vivente nel 1643, in Firenze; Francesco, medico e saggista, vivente nel 1679; Guido, naturalista e matematico, vivente nel 1703; dott. Lupo, tra i consiglieri di Firenze, nel 1754; Cav. Girolamo, ambasciatore del Granduca di Toscana, presso varie corti europee, vivente nel 1723; Flavio, giudice in Bologna, vivente nel 1772; Pietro Paolo, lettore di filosofia e teologia, presso varie università, vivente nel 1798; Bartolo e Giovanni, consiglieri della Repubblica Romana, viventi nel 1849. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Compra un documento araldico su Panti

Stemma della famiglia: Panti

Stemma  della famiglia Panti

1 Blasone della famiglia Panti

Spaccato di porpora e d'argento all'aquila spiegata di nero, rostrata e beccata d'oro, linguata di rosso, attraversante sulla partizione.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome