Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Pantichi, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Pantichi
Corona nobiliare Pantichi Venne da Viterbo in Napoli per le guerre civili ch'ebbe con la famiglia Beccaria, la famiglia A., e si puose ivi a i serviggi del Re Alfonso. Ma Luiggi capo di quella sdegnato di vedere tante perigliose guerre ch'allora fra gl'Aragonesi, e Francesi per l'acquisto di quei Regni vivevano, chiesto licenza al Re con tutta la sua casa se ne passò in Sicilia, ed elesse per sua habitazione la Città di Palermo. A sua imitazione molti capi di famiglie fecero il medesimo, fra le quali si leggono la famiglia Lauri, la Mirabella, la Lampugnani, la Bassi, la Zurita, la Marsilia,... Continuala Palomba, la Billotta, la Blasi, la Grisi, la Manzella, la Falco in Nicosia, la Ferrara, la Marchesi, la Marotta la Mazziotti, la Pellegrini, l'inglesa, la Marana, e l'Anna in S.Filippo di Agiro. Dirò quello ho trovato della detta famiglia Anna percioche il suo progenitore in Sicilia fu Gio. Filippo di Anna Camariero del Re Alfonso ch'ebbe in ricompensa de' suoi serviggi il feudo della Ziza, che l'ebbe nominato poscia dal Re Ferdinando il Catolico Don Ferdinando d'Anna suo figlio nel 1488. Da costui ne nacquero Don Giovanni Filippo, D.Alfonso. e Don Pietro che furono progenitori di molti gentilhuomini nel Regno, de' quali ne vivevano hoggi i posteri nella già detta Città di San Filippo. Similmente la famiglia A. crescendo, e dividendosi per molte Città fondò con buonissimi principii molte famiglie, però più d'ogni altra fiorì quella della Città di Palermo, ove il Signor Thomaso A. fu Giurato nel 1589 insieme con Don Pietro Agliata, Don Baldassar di Bologna, Pietro Chaggio, Don Vicenzo Platamone, e Mario Cancellosi; e da costui ne pervenne Pietro A. Baron de' feudi di Gioancaxo, e Raxaltuno. La famiglia A. di Leontini con mediocre fortuna ha vissuto, e fra i suoi huomini chiari di lettere, si vede Lorenzo A., il quale tradusse dal Greco Idioma nel latino e stampò in Venegia la Rettorica del suo Cittadino, e Filosafo Gorgia, e molt'altre opre compose che per brevità si lasciano.
Compra un documento araldico su Pantichi

Stemma della famiglia: Pantichi

Blasone della famiglia

D'oro alla gru in vigilanza.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook