Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Panzavecchia, provenienza: Italia

Titolo: Conti
Araldica della famiglia: Panzavecchia
Corona nobiliare Panzavecchia
Antica famiglia divisa nella tre linee, di Alessandria, di Sant'Andrea e di Burio. Nelle più remote generazioni esistono molte incertezze. Stipite sicuro è Ottone, che fu console di Alessandria nel 1197. Guglielmo, suo figlio, secondo il Della Chiesa, acquistò il castello di Blonai nel contado di Loreto. Un suo nipote Iacopo, di Manfredi, fu capitano del popolo in Bologna nel 1273. Il primogenito di costumi, pur Iacopo, che viveva nel 1256, ebbe fra gli altri Guglielmo, che continuò la linea primogenita, e Michele, stupite di quella di Burio. Alla linea primogenita appartenne Manfredi, che viveva nel 1469, che fu signore... Continua
di Basaluzzo. Questa linea si estinse nel 1729 con l'abate Gabriele, di Giuseppe. Michele, stipite della linea di Burio, ebbe fra gli altri, Ottone e Gerardo. Dal primo proviene la linea di Sant'Andra. Da Gerardo discese, attraverso a sei generazioni, Cesare viveva a metà del secolo XVI, e che sposò Elena di Burio. Suo figlio Giuseppe (dec. 1643) fu qualificato consignore di Burio. Giuseppe Edoardo, di Francesco, colonnello e governatore di Tortona nel 1774, e di Novara nel 1781 ottenne una dichiarazione consolare, in data 25 febbraio 1769, del municipio di Alessandria sulla nobiltà della famiglia. Da lui nacque Antonio Silvestro, capitano nel reggimento Saluzzo, che fu infeudato di Burio il 27 giugno 1780 e investito il 19 febbraio 1781 con titolo comitale. Furono suoi figli Giuseppe (n. Torino 18 maggio 1772, dec. ivi, 21 dicembre 1834) che fu maggior generale e comandante di Torino, e Silvestro (n. Costigliole d'Asti, 20 giugno 1786, dec. 1864) che fu maggior generale, e succedette nel titolo al fratello. Primogenito di Silvestro, fu Giusepe (n. Torino 7 setttembre 1819) il quale fu tenente generale e venne decorato di medaglia d'argento. Secondogenito fu Luigi (n. Chambèry, 23 maggio 1827) che fece le campagne del '48, '49, '59, '60, '61, '66, fu tenente generale, e venne decorato di medaglia di bronzo. Sposò Lidia del conte Carlo Sognoris di Buronzo e da questo matrimonio nacquero Carlo, morto infante, Luisa (n. Milano, 19 marzo 1863). e Ida (n. Costigliole d'Asti 16 settembre 1865). Ottone, di Michele, da cui procede il ramo detto di Sant'Andrea, viveva in Alessandria nel 1319, ed era ivi compreso fra i decurioni di questa città . Appaciale Italiano coi titoli di nobile dei conti di Burio (mf.

Compra un documento araldico su Panzavecchia

Stemma della famiglia: Panzavecchia

Blasone della famiglia

D'argento, alla fascia, accompagnata in capo da due stelle, in punta da una torre, il tutto di rosso.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome