Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Paoli, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili
Heraldik die Familie: Paoli
Krone des Adels Paoli
In un documento del 17 giugno 1558 si legge: Jacobus filius Pauli de Paulis de Verona inquisito dagli Avogadori di Comun, per l'uso di armi proibite. Questa semplice indicazione dimostra chiaramente la origine della famiglia ed il luogo della provenienza; in seguito essi furono chiamati Pauli, o Paoli, che è poi la stessa cosa. Data la facilità del cognome, tracce di questa famiglia se ne trovano ad Aquila, a Genova, nel Trentino. A Lucca videro la luce, tra i secoli XVIII e XVIII i due celebri scrittori di cose antiche Don Sebastino e Paolo Antonio; nella Toscana, a Pesaro, a... Fortsetzung folgt
Gubbio e nella Corsica, che fu la patria di Giacinto Paoli il condottiero dei suoi compaesani contro i genovesi nel 1734 e dei suoi figli Pasquale e Clemente, i quali resero eminenti servizi alla patria. In diversi luoghi i membri della famiglia ottenero titoli nobiliari, seppero conservarli degnamente e trasmetterli di generazione in generazione. Si ha memoria che nel 1658 si trovava al Lido di Venezia il capitano con la sua compagnia di Fanti italiani, pronto a partire per dove il governo avesse ritenuto più oppurtuno. Sempre nella città delle lagune, viveva nel 1700 Stefano, che ebbe una certa causa contro Stefano Romanelli. Nel 18 maggio 1706 Margherita, vedova di Giovanni, ordinò al notaio Ballarin di venir sepolta nella demolita chiesa di S. Geminiano, situata di fronte alla basilica di S. Marco. La vedova era sufficientemente provvista di denaro; non così invece Catterina Pauli abitante a San Giacomo dell'Orio, che l'11 agosto 1732 non potè lasciare ai suoi nepoti che una camicia cadauno; e Andrea Battista de Paoli detto Menecao, dal Dolo, che il 26 ottobre 1750 si riconciliò con il suocero per avergli dato una schiaffa provocata da futili motivi. Da Venezia dove nel 1807 Don Antonio De Paoli era parroco di S. Geminiano un ramo della famiglia deve aver emigrato nel Polesine sugli albori del 1600; poichè leggesi, nelle vecchie carte, che il nobile Andrea q. Antonio era nel 12 gennaio 1644 aggregato con tutta la sua discendenza al nobile Consiglio di Rovigo; e da allora si imparentò con nobili famiglie tra le quali quelle dei Manfredini, Zaghis, Roncali e Dondi Dall'Orologio. Questo casato, che poi si divise in tre rami, sostenne sempre con onore le primarie cariche dispensate da le giornate del 5 maggio e 22 settembre 1820.
Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Paoli

Familien-Wappen: Paoli

Familien-Wappen Paoli

1 Blasonierung die Familie Paoli

Spaccato; nel 1° d'argento, all'aquila di rosso; nel 2° di rosso, ad un'alabarda ed una mazza d'armi al naturale passate in croce di S. Andrea.

Paoli di Caldaio nel Trentino. Nobilitati nel 1798, e creati baroni nel 1837. Fonte bibliografica del blasone: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Familien-Wappen Paoli

2 Blasonierung die Familie Paoli

D'azzurro, al capriolo d'argento, accompagnato in capo da tre stelle male ordinate d'oro, ed in punta da un'anfora dello stesso.

Paoli della Toscana. Fonte bibliografica del blasone: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Familien-Wappen Paoli

3 Blasonierung die Familie Paoli

D'azzurro, ad una torre d'argento, aperta e finestrata del campo, piantata sopra nn terreno di verde, ed accompagnata in capo da tre stelle di 'dieci raggi d' oro, ordinate in fascia; col capo di rosso, all'aquila d'argento, coronata d'oro.

Paoli di Pesaro. Fonte bibliografica del blasone: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Familien-Wappen de Paoli

4 Blasonierung die Familie de Paoli

D'azzurro, al palo doppio addentellato d'oro.

Paoli o de Paoli di Genova. Fonte bibliografica del blasone: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Familien-Wappen Paoli

5 Blasonierung die Familie Paoli

D'azzurro, al palo d'oro, accompagnato, a destra da un virgulto sormontato da un giglio d'oro, a sinistra da tre bande dello stesso.

Paoli di Aquila. Fonte bibliografica del blasone: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Familien-Wappen Paoli

6 Blasonierung die Familie Paoli

D'oro, a tre pavoni dal volo chiuso al naturale, ordinati l'uno sull'altro.

Paoli o di Paolo di - Firenze, Santa Maria Novella, Lion bianco. Fonte: "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc.3597.

Familien-Wappen Paoli

7 Blasonierung die Familie Paoli

D'oro, alla fascia d'azzurro caricata di tre gigli del campo.

Paoli Lucca. Fonte: "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc.6198.

Familien-Wappen Paoli

8 Blasonierung die Familie Paoli

D'azzurro, al leopardo rampante al naturale, tenente con le zampe una palma di verde, alla fascia d'oro, attraversante sul tutto e caricata di tre gigli coricati di rosso.

Paoli della Dalmazia e Sicilia. Fonte bibliografica del Blasone: "Armorial Général par J.B.Rietstap - Deuxième èdition refondue et augmentée - Tome II L-Z" p.383

Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook