Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origin of last name Paragona, country of origin: Italia

Nobility: Conti
Heraldrys of family: Paragona
Nobility crown Paragona
Il capostipite di questo ramo è Bartolomeo, di Piccolomo, fratello di quel Rustichino che è progenitore delle linee Carli e Clementini. Questo Bartolomeo fu spedito nel 1226 a S. Maria a Pilli per trattare in nome del Comune col castellano di S. Miniato fu console di Mercanzia e riacquistò a Siena il castello di Orgia. Fu consigliere pel terzo di S. Martino nel 1230 e 1237 e provveditore di Biccherna nel 1234. Guglielmo, di Bartolomeo detto Cencio, e a consigliere della Repubblica nel 1250. Ufficiale della parte guelfa nel 1267, fu presente all'atto di pacificazione fra i guelfi e il... To be continued
Comune di Siena. Dai figli di Guglielmo presero origine tre linee distinte: Guglielmo, detto Guglielmino, fu il capostipite della linea di Pio II e dei Piccolomini Todeschini duchi di Amalfi. Da Bartolomeo attraverso i figli Conte e di Salomone derivano i Piccolomini di Modanella e i Piccolomini Salamoneschi, che hanno poi assunto anche il cognome d'Aragona all'estinzione della linea principesca. Bartolomeo, di Guglielmo sopra citato, concorse a fare il prestito di 4600 marche al vescovo di Colonia nel 1258; nel 1280 intervenne al giuramento di pace fra guelfi e ghibellini. Salomone, di Bartolomeo, da cui questa linea prese il nome di Salamoneschi, fu ambasciatore della Repubblica a Firenze nel 1301. Spinello, di Salomone, nel 1320 fece un prestito al Comune di Massa. Nel 1363 fu dichiarato ribelle e decapitato per ordine della Repubblica. Suo fratello Pietro, come commissario del Comune, aveva nel 1353 conclusa sua lega fra Siena, Firenze e Perugia e nel 1354 era andato come capitano a S. Quirico. Nel 1367 accompagnò a Bologna le milizie mandate in aiuto del papa contro i Visconti. Fu provveditore dei Biccherna nel 1381 e consigliere pel terzo di S. Martino nel 1382. Nel 1385 trattò la sottomissione della famiglia Del Pecora di Montepulciano e nel 1386 fece altri trattati con Ildebrandino di Nontorgiali ed il conte di S. Fiora. Un altro fratello, Tommaso, fu bandito come ribelle e andò al servizio di Lodovico di Ungheria, re di Napoli. Unitosi alla compagnia di fra Moriale devastò il territorio dei senesi, che dovettero pagargli 13.000 fiorini per liberarsene. Fu poi fatto prigioniero e decapitato in Roma nel 1354. Niccolò, di Spinello, risiedette nel 1382. Nel 1389, come capinel 1410 e ufficiale di mercanzia nel 1422.
Buy a heraldic document on family Paragona

Coat of Arms of family: Paragona

Blazon of family

D'argento alla croce d'azzurro caricata da cinque lune montanti d'oro; col capo d'oro all'aquila spiegata di nero coronata del campo.
Buy Coat of Arms of family

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook