Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Pargini, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili
Heráldica de la familia: Pargini
Corona de la nobleza Pargini Nel secolo XVII vivevano i tre fratelli: Giovanni, Gesuita, autore della "Regia oratoria pei fanciulli", di lui parla il tira boschi nella "Biblioteca Modenese"; Giacomo, notaio collegiato ed archivista del duca di Modena, Rinaldo I; Emerenzio-Benedetto, cancelliere del Senato di Reggio, e notaio collegiato, morì nel 1708. Lasciò alle stampe un "Formularium istrumentorum". Di lui parla il Tiraboschi nella "Biblioteca Modenese"; altro Emerenzio-Benedetto, di Giacomo, vivente nel 1763, fu pure notaio; consigliere del supremo consiglio e ministro delle finanze del duca di Modena Ercole III di Este. Dal primo Emerenzio-Benedetto nacquero, oltre ad una figlia, monaca nel, "Corpus domini"; Filippo,... Continuará
canonico della basilica di S.Prospero, che fabbricò la casa in Via Alberelli, poscia proprietà Tirelli. Pietr-Antonio, nobile reggiano, giureconsulto collegiato, consigliere di stato e fattor generale del duca Francesco III d'Este, per cui nel 1774, dimorava in Modena. Antonio, valente medico, già morto nel 1787, che ebbe 5 figli: Rosa, in Tuffarelli di Bresciello; Maria in Predelli Antonio: Giuseppe, capo ufficio dell'esattoria, sposato ad una Pozzi: Giacomo, che andò militare in Germania: dott. Cristoforo, prof. di medicina che ebbe tre mogli: Vincenza Roggi di Parma, c.ssa Calcagni, Anna Montessori di Modena. Egli continuò la famiglia ed ebbe 10 figli. Di essi notiamo Basilio, impiegato nella Comunità, sposato a Maria Canepari, ed il suo ramo si spense avendo avuto un solo figlio maschio che entrò nei Cappuccini. Domenico, che sposò una Ficcarelli; Andrea, sposò una Barbieri, e morì nel 1839, lasciando due figli: Ererenzio, che sposò una Sforza (m. nel 1849) e Giuseppe, che sposò una Viani nel 1841. Padre Enrico, di Basilio di Cristoforo (n. nel 1816), anora in giovine età, vestì l'abito francescano e fu distinto ed apprezzato oratore sacro. Di lui è ricordato un quaresimale a Scandiano ed una predicazione in S. Agostino di Reggio nel 1847 nella quale occasione furono stampati sonetti in suo onore; ed a Brescello nel 1848, in cui furono pure fatte pubblicazioni in suo omaggio. Dopo essere stato Padre Guardiano in diversi conventi, per soppressione degli ordini religiosi passò nel clero secolare e fu Canonico della Insigne Basilica di S. Prospero di Reggio. E., dove m dello scultore Fornaciari, nell'arco del Consorzio Presbiterale.

Comprar un documento heráldico de Pargini

Escudo de la familia: Pargini

Blasòn de la familia

D'azzurro alla cicogna d'argento beccata e piotata di rosso.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome