Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Paulucci, provenienza: Italia

Titolo: Conti - Nobili
Araldica della famiglia: Paulucci
Corona nobiliare Paulucci
Derivata dalla celebre famiglia Calboli, assunse nel XIV secolo il nome di Paulucci da un Pauluccio di Fulcherio dei conti di Calbolo, valente guerriero ed avvocato, il quale nel 1344 fu pretore di Siena capitano del popolo di Firenze e conservatore della pace di quella repubblica. Checco, suo figlio, assai perito nelle cose di guerra e di pace, fu tenuto in gran conto da Pino III Ordello e da Girolamo Riario che lo fece capitano della sua guardia; Girolamo e Marcantonio valorosi guerrieri, che si segnalarono il primo a Lepanto, ed il secondo nelle guerre di Francia; Francesco creato... Continua
Cardinale di S. R. Chiesa nel 1657 dal Pontefice Alessandro VII; Fabrizio, fu pure Cardinale e segretario di stato di Clemente XI. L'Imperatore Ferdinando II il 19 settembre 1636 creò conti dell'Impero i fratelli Francesco Cosimo, Giovanni e Girolamo, ed il loro nipote Carlo del ramo di Venezia, riconfermando loro il titolo degli antichi conti di Calboli. I Paulucci di Forlì nel XV secolo si divisero in quattro rami, due de'quali si spensero nel secondo susseguente; gli altri sono il ramo che à per capostipite Francesco, e di cui l'ultimo fu Luigi di Cosimo, fratello del Cardinal Fabrizio, valoroso guerriero che da Innocenzo XII ebbe il governo della Marca d'Ancona e da Clemente XI il titolo e grado di generale di S. Chiesa, e come tale mandato alla difesa dei ducati di Parma e Piacenza, come dipendente dalla S. Sede, ed in premio de'suoi servizi fu dal Duca Francesco Farnese investito del marchesato di Fabiano in Valtidone nel Piacentino, con tutta la sua prosapia. L'altro ramo fu fondato da Puccio di Girolamo, morto nel 1606, dal quale discende quel conte Girolamo Paulucci de'Calboli forlivese, che essendosi disposato, nel 1782, alla contessa Giulia Piazza, ultimo rampollo di questa nobile famiglia, fu obbligato, in forza d'istrumento nuziale, di aggiungere al proprio nome ed ai titoli di sua casa, per sè e discendenti, quelli di Piazza, di cui ereditò tutte le sostanze. Altro ramo. Antica ed illustre famiglia originaria di Umbertide (già Fratta) nell'Umbria. Altro ramo. Antica e nobile famiglia, di cui un Pietrillo figura nello Statuto di Spello del 1300. Nel XVI secolo fioriva un messer Sigismondo-Filigerio, cavaliere e conte, autore di un poema, o romanzo, intitolato Contiramo.

Compra un documento araldico su Paulucci

Stemma della famiglia: Paulucci

Stemma  della famiglia Paulucci

1 Blasone della famiglia Paulucci

Interzato in palo; nel primo fasciato d'oro e di nero; col capo di rosso, alla rosa d'argento bottonata d'oro; nel secondo d'argento, a 27 gigli di rosso; posti, 2, 3, 2, 3, 2, 3, 2, 3, 2, 3, 2; nel terzo d'oro, all'aquila dell'impero, uscente dalla partizione.

Paulucci di Emilia Romagna, Veneto e Marche. Fonte: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome