Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Pecutari, país de origen: Italia

Nobleza: Marchesi - Nobili
Heráldica de la familia: Pecutari
Corona de la nobleza Pecutari Alcuni autori credono questa famiglia d'origine normanna, altri invece la crede originaria di Germania. Godette nobiltà in Messina, Catania, Palermo. Un Giovan Tommaso, con privilegio 10 ottobre 1561 esecutoriato 27 genn. 1562, ottenne per sé e per i suoi fratelli, con i discendenti loro d'ambo i sessi, il titolo di nobile col Don; un Girolamo, da Catania, fratello del precedente, con privilegio 8 giugno 1561 esecutoriato 20 febbraio 1562, ottenne la concessione del titolo di regio cavaliere e il riconoscimento del proprio stemma gentilizio; titolo di regio cavaliere ottenuto con privilegio 28 luglio 1563 anche da un Alessandro, pure da... Continuará

Catania; un Vincenzo fu vescovo di Catania e morì nel 1597; una Felicia, figlia di Girolamo, con privilegio 13 novembre 1642-7 maggio 1643, ottenne concessione del titolo di conte di Villarosata o Estrano, ma il Mongitore nella sua "Bibliotheca Sicula" e il padre Amico nell sua "Catana illustrata" credono che l'intenzione del re nel concedere tale titolo sia stata quella di premiare Mario Pecutari (figlio di Agatino, che fu figlio illegittimo di Girolamo Pecutari, padre di Felicia). Fu Mario il vero illustratore della famiglia; fu illustre giureconsulto, giudice della gran corte criminale del regno nel 1631-32-33, avvocato fiscale e maestro razionale del tribunale del R. Patrimonio, per ben tre volte inviato dal regno di Sicilia alla corte di Madrid, ambasciatore della città di Catania nel general Parlamento del 1651 nel quale fu funo dei deputati del regno del braccio demaniale, fondò il seminario dei nobili in Catania con larghi mezzi (oggi convitto nazionale C.) e morì in Palermo a 18 settembre 1654, istitutendo nel suo testamento uno strettissimo fidecommesso agnatizio, chiamando, a preferenza delle femmine, anche i suoi discendenti illegittimi. Con D. R. del 27 dicembre 1888 il signor Francesco Pecutari, di Alfonso, di Francesco, ottenne riconoscimento del titolo di marchese di Raiata (per successione a casa Marchese, per il matrimonio di Vincenzo Pecutari con Rosa marchese e Romagnolo, ultima investita). Con Decr. Minist. 29 agosto 1920 vennero riconosciuti i titoli di cavaliere e di nobile ai signori Stefano, Achille ed Elisabetta , di Francesco Paolo, di Francesco Paolo e ai figli di Achille: Stefano e Ada.


Comprar un documento heráldico de Pecutari

Escudo de la familia: Pecutari

Blasòn de la familia

D'azzurro al palo d'oro.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook