Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Pellerina, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Pellerina
Corona nobiliare Pellerina Michele Pellerino, il quale era cerusico a Cunèo nel 1512, ebbe due figli: Annibale e Manfredo. Quest'ultimo, che fu segretario camerale, mastro uditore e consigliere di Stato, fu nobilitato colla sua agnazione l'8 giugno 1616. Non ebbe discendenza maschile. Continuò la linea suo fratello Annibale. Annibale (nato Bene, 4 dicembre 1722), di Andrea che fu maggiore di fanteria e comandante a Susa. Ebbe per figlio Felice (nato Mondovì, 22 ottobre 1816, defunto Asti, 8 gennaio 1896), che fu colonnello e fece le campagne del 1848, '49 e '59. Da lui nacquero Anna e Giuseppe (nato Asti, 25 marzo 1884), riconosciuti... Continuanobili con D. M. del 20 maggio 1905. La presenza del motto nella bibliografia documentata della famiglia ci conferma l'avita nobiltà raggiunta della casata. Infatti l'origine del motto risale a circa il XIV secolo e deve essere ricercata in quei detti arguti che venivano scritti sui vessilli o bandiere dei cavalieri, esposti alle finestre delle locande in cui questi alloggiavano, in occasione dei tornei, e durante i tornei stessi. Il motto era un pensiero espresso in poche parole facente allusione a un sentimento palese o nascosto, a una qualità, a un ricordo storico, per stimolo al coraggio o onore. Era scelta dal capo della famiglia, dal cavaliere entrante in lizza o data dal sovrano al proprio uomo ligio. Motto della famiglia: A bon fin Toujours.
Compra un documento araldico su Pellerina

Stemma della famiglia: Pellerina

Blasone della famiglia

D'azzurro al delfino boccheggiante d'oro posto in palo.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome