Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Peraudo, país de origem: Italia

Nobreza: Conti
Heráldica da família: Peraudo
Coroa de nobreza Peraudo Originari di Barcellonetta, poi insediatisi in Torino, risalgono, con le prime memorie note, a Giovanni, morto verso il 1630. Suo figlio Giacomo, nato il 22 luglio 1609 e morto il 23 aprile 1693, fu senatore di Piemonte e poi primo presidente del Senato (1680), acquistò dai Mocchia, punti di giurisdizione di Pralormo e ne fu investito con titolo comitale il 9 aprile 1690. Fu il primo di una lunga serie di uomini illustri. Degni di particolare menzione: il conte Filippo Domenico (n. Torino, 17 febb. 1678 e dec. a Torino il 27 apr. 1753), che fu successivamente giudice e conservatore... Continua
generale delle gabelle (1723), reggente la grande cancelleria di Sardegna (1730), presidente capo del Consolato (1734), primo presidente della Camera dei conti (1744), presidente del Consiglio supremo di Sardegna (1749); il conte Vincenzo Sebastiano (n. a Torino il 23 genn. 1721 e dec. il 4 marzo 1784), che tenne con onore le cariche di referendario nel Consiglio dei memoriali (1749), di consigliere di commercio (1759), di primo collaterale con titolo di presidente e conservatore generale del tabellione (1775), di sovrintendente generale dei ponti e strade (1779; il conte Carlo (n. a Torino il 2 agost. 1784 e dec. a Torino il 10 dic. 1855), incaricato d'affari a Parigi, Berlino, Londra, delegato sardo al congresso di Verona, ministro nei Paesi Bassi (1818) e a Vienna, primo segretario di Stato per le finanze (8 dic. 1834) e per l'interno (22 aprile 1835), ministro di Stato e ministro plenipotenziario a Vienna e a Parigi. Uomo di alta dirittura politica, firmò nel 1849 la pace con l'Austria ed ebbe l'anno dopo, il 30 dicembre 1850, il gran Collare. Erano sui figli il conte Roberto (n. Torino, 11 ott. 1821; dec. Torino, 3 dic. 1857), ministro residente presso la S. Sede (1853); il cavaliere Eugenio (nato Torino, 15 ott. 1822), tenente generale (19 aprile1873), decorato della medaglia d'argento, veterano delle campagne 1848-49, 1859, 1866, aiutante di campo di re Vittorio Emanuele II; e il cavaliere Vittorio (n. Vienna, 22 ott. 1823; dec. Nizza, 10 maggio 1877), ufficiale in Genova cavalleria, onorato di menzione onorevole a Goito (30 maggio 1848). Edoardo, di Carlo, di Roberto, di Carlo. Fratelli: Anna, Maria, Emanuele. Prozio: Eugenio (dec.), Vittorio (dec.). Figli di Eugenio: Roberto, Felice. Fig generale di giustizia, e fatto acquisto da Francesca Maria Costa contessa di Polonghera di parte del feudo di Pralormo, otteneva nel 1680 la dignità comitale sul medesimo.

Compre um documento heráldico sobre família Peraudo

Escudo da família: Peraudo

Brasão da família

Di rosso a tre colombe d'argento; col capo di azzurro, cucito, carico di una stella d'oro.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome