Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Petiti, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili - Conti
Variaciones apellido: Pettiti - Petitti
Heráldica de la familia: Petiti
Variaciones apellido: Pettiti - Petitti
Corona de la nobleza Petiti Antica ed assai nobile famiglia, conosciuta come Petiti o Petitti o Pettiti, che la tradizione vuole provenga dai signori di Verzuolo, originaria da Villafranca, da dove si diramò a Carmagnola, Montanaro, Chivasso, Saluzzo e Cherasco. Dal presente ramo, oriundo da Cherasco, le prime memorie sicure risalgono ad un Antonio, fiorente a metà del secolo XVI, e che fu padre di Stefano. Da costui provenne Lelio Antonio, capitano e gentiluomo di bocca del principe Tommaso di Savoia (1619). Filippo, figlio del precedente, ebbe il grado di capitano nello squadrone Piemonte e successivamente di tenente colonnello nelle milizie di Cherasco. Fu padre... Continuarácostui di Antonio (dec. Milano, 12 febbraio 1737) che ebbe le cariche di prefetto referendario di Vercelli (1714), di Pinerolo, di intendente generale del Monferrato (1724), della Savoia e dell'Alessandrino, e di consigliere e di generale delle Finanze (1733). Fu egli infeudato di Roretto il 26 novembre 1735 e investito con il titolo comitale il 16 dicembre dello stesso anno. Sposò egli Lucia Maria Blanchetti e da queste nozze nacque, fra gli altri, Giuseppe Antonio (n. Chambery, 24 novembre 1729, dec. Torino, 12 aprile 1795), che fu primo ufficiale del Controllo (1772), capo del Consiglio di Commercio (1775), controllore generale (1791) e primo presidente (1794). Dalle sue nozze (1787) con Innocenza, del conte Luigi Ferrero Ponsiglione di Borgo d'Ales, nacque Ilarione (n. Torino, 21 ottobre 1790, dec. ivi, 10 aprile 1850), che fu vice intendente generale (1816), intendente d'Asti (1819), intendente generale di Cuneo (1826), quindi consigliere di Stato (1831). Fu distinto economista e scrittore. Il 18 aprile 1839 veniva nominato membro dell'accademia delle scienze. Per le sue molteplici benemerenze, il 3 aprile 1848, veniva creato senatore del Regno. Dalle sue nozze (1813) con Maria Teresa Genna di Cocconato nacquero: Alessandro, Agostino, che aggiunse al suo il cognome Bagliani, Maurizio e Giuseppe. Alessandro (n. Asti, 2 dicembre 1813, dec. Cuneo, 12 ottobre 1841) fu ufficiale nel Savoia cavalleria. Maurizio (1816-1852) fu ufficiale di marina e non ebbe discendenza mascolina. Giuseppe (n. Asti, 6 gennaio 1824, dec. Cherasco, 9 settembre 1886) fu colonnello d'artiglieria e sposò, in prime nozze, Lucia Clotilde, del conte Giambattista Schiari (nata 14 febbraio 1834; + 30 marzo 1857) ed in seconde nozze Tomasina, del marchese Gaetano Incisa di Camerana. Da Giovanni, figlio del predetto Giuseppe, nacquero: Giuseppe, Rosina, Stefanina, Carlo, Adele, Maria, Elisa e Aurelio, detto Giovanni. Da Aurelio nacquero Adriana e Maria. L'attuale rappresentante della famiglia è Gian Maria Pio, figlio della sunnominata Maria. I motti della famiglia sono: SOLI ALTISSIMO GLORIA. SOLI DEO GLORIA. IUSTUM ET TENACEM. Non molte famiglie, anche fra le più antiche, possono vantare una nobiltà di origine così pregevole, della quale i discendenti, a buon diritto, potranno vantarsi.
Comprar un documento heráldico de Petiti

Escudo de la familia: Petiti
Variaciones apellido: Pettiti - Petitti

Escudo de la familia Petiti

1 Blasòn de la familia Petiti

D'azzurro, al leone d'oro, colla banda di rosso, caricata di tre stelle d'oro attraversante sul tutto.

Petiti o Petitti del Piemonte. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, pag.321, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo de la familia Petitti

2 Blasòn de la familia Petitti

D'oro, al leone di rosso.

Petiti, Petitti o Pettiti del Piemonte. Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", vol V.

Escudo de la familia Petiti

3 Blasòn de la familia Petiti

D'oro, al leone di rosso, con il capo d'azzurro, carico di una stella (6) d'oro.

Petiti del Piemonte originari di Pinerolo. Consegnamento (Piemontese ndr) 1613

Escudo de la familia Petitti

4 Blasòn de la familia Petitti

D'oro, al leone di rosso, armato di nero.

Petiti, Pettiti o Petitti del Piemonte . Consegnamento (Piemontese ndr) 1613 di Gioannello Pettiti di Ceresole

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2015 - 2016 Heraldrys Institute of Rome