Heraldrys Institite of Rome
Italiano english english Español Português Português Deutsche

Origine del cognome Pizzi, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Marchesi

Stemma e Blasone della famiglia Pizzi: D'azzurro alla fascia d'argento caricata di tre stelle d'oro poste in fascia.

Stemma e Blasone della famiglia Pizzi

Antica famiglia originaria di Parma, di chiara ed avita nobiltà, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Già sul calar del secolo XVII, risulta annoverata nei registri della Chiesa di S. Ulderico e negli archivi di famiglia dei marchesi Dalla Rosa Prati di Parma. Per benemerenze civili Francesco Farnese, con privilegio 18 novembre 1706, creò nobili il giureconsulto Francesco Maria de Pizzis, di Federico, e Girolamo, Ignazio, Federico, .... continua

Giuseppe e Brocardo, della stessa famiglia, con i loro discendenti d'ambo i sessi. Da Antonio, di Francesco (1780), provengono due linee : quella di Agostino e quella di Francesco Saverio. Tra i molti, non possiamo non ricordare il prof. dott. Italo (+ 6 dicembre 1920), già professore nella R. Università di Torino, di lingue e letteratura orientali, il quale fu un orientalista e letterato valentissimo, che lasciò gran numero di opere scientifiche e letterarie e che fu insignito di alte onorificenze italiane e straniere. La famiglia è iscritta nell' El. Uff. Ital. col titolo di nobile (mf), in persona dei discendenti da Federico (1706), ed è stata rappresentata da : Carlo, di Italo, di Agostino. Zii: Antonio, Saverio. Figli di Antonio: Francesco, Teresa, Amneris. Figli di Saverio: Maria, Agostino. La famiglia levò per arme. D'azzurro alla fascia d'argento caricata di tre stelle d'oro poste in fascia. Altro ramo. Nobile famiglia bolognese, ivi giunta da Parma, nel secolo decimo ottavo, la quale levò per arme. D'argento, alla fascia d'azzurro, accompagnata in capo da tre stelle d'oro, ed in punta da due teste di Moro affrontate, cogli occhi bendati d'argento; col capo d'Angiò. Altro ramo. Notabile famiglia romana, annoverata dall'Amayden, la quale levò per arme. D' argento a due semivoli affrontati di nero, accostati in capo ed in punta da una freccia d' oro, ognuna a due leoni controrampanti di rosso. Altro ramo. Nobile famiglia ortonese, detta de Pizzis o de Pitiis, di cui si hanno notizie certe sin dal 1251. I due rami del casato giunti sino al '700, di cui uno con il titolo di Marchese di San Martino, si estinsero al termine di quel secolo. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Nota Bene Importante: Una ricerca araldica richiede necessariamente l’intervento umano e dunque, una risposta automatica, come quella qui disponibile, non potrà mai offrire un risultato adeguato. Se le interessa una Ricerca Professionale con la realizzazione dello Stemma di famiglia personalizzato visiti la nostra pagina dei prodotti.

Ricerca Cognome

© 2013 - 2014 Heraldrys Institute of Rome

Social Network