Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Plazzi, provenienza: Italia

Titolo: Baroni
Araldica della famiglia: Plazzi
Corona nobiliare Plazzi Antichissima famiglia, di chiara ed avita nobiltà, detta Plazza, de' Plazzi o Plazzi, celebre già al tempo dei Re Normanni. Di origine siciliana, ove, nel Reggimento Normanno, fiorirono con splendore Arniccione, Pietro e Bartolomeo, si propagò, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Tal casato, inoltre, sempre, riuscì a distinguersi, grazie agli elevati personaggi, a cui diede i natali. Tra questi, ricordiamo: Federico, palermitano, figlio di Corrado, uno dei Baroni della medesima Città; Ruggero, figlio del precedente, governatore in Palermo, con l'ufficio di Pretore e di giurato; Giovan Ferrante, patrizio della stessa città, nel 1462-63; Luigi tenne la carica... Continuadi senatore in detta città, negli anni 1465-66, 1472-73, 1479-80; Cesare fu capitano di giustizia di Palermo nel 1537-38; Antonio Giacomo fu senatore della stessa città nel 1537-38; D. Carlo, dottore in Teologia, Canonico e Pronotario Apostolico, vivente in Messina, nel 1562; Giovan Domenico, senatore di Messina nel 1618-19; Saverio, dottore in "utroque jure", vivente in Messina, nel 1698; Bartolomeo, giudice in Messina, vivente nel 1702; D. Gerardo, messinese, canonico, teologo e commissario apostolico, vivente nel 1734; P. Nicola, dell'Ordine dei Chierici Regolari, uditore e preposito del proprio ordine, vivente in Palermo, nel 1762; Saverio, dottore in "utroque jure", vivente in Messina, nel 1698; Bartolomeo, giudice in Messina, vivente nel 1702; D. Gerardo, messi nese, canonico, teologo e commissario apostolico, vivente nel 1734; Saverio, dottore in "utroque jure", vivente in Messina, nel 1745; Bartolomeo, giudice in Messina, vivente nel 1762; D. Gerardo, messinese, canonico, teologo e commissario apostolico, vivente nel 1774. La presenza del motto, inoltre, nella bibliografia documentata della famiglia ci conferma l'avita nobiltà raggiunta della casata. Motto della famiglia: Cum necessitate justitia. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Compra un documento araldico su Plazzi

Stemma della famiglia: Plazzi

Blasone della famiglia

D'azzurro alle 3 fasce ondate d'oro caricate ognuna di 1 albero di verde.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome