Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Pongo, país de origen: Italia

Nobleza: Baroni - Marchesi - Nobili
Heráldica de la familia: Pongo
Corona de la nobleza Pongo
Tralasciando, perché senza alcun fondamento di serietà, quanto alcuni autori hanno scritto sulle origini della famiglia Pongo alla quale hanno dato per capostipite un console romano Tito Sempronio Pongo, può affermarsi che la famiglia fu nota nel Napoletano sin dall'epoca Normanna, ove occupò cariche importanti e possedette feudi e titoli, tra i quali il marchesato di Vinchiaturo; venne ricevuta all'Ordine di Malta a 12 dicembre 1578, in persona di Vespasiano; a 14 agosto 1612 in persona di Giovan Giacomo, a 29 dicembre 1664 in persona di Antonio e diede alla Chiesa alcuni Santi, tra i quali il Beato Filippo e... Continuará
il santo Sulpizio. Un ramo della famiglia Pongo del Napoletano, passò in Genova e da questa città venne in Sicilia e precisamente in Palermo, portatavi da un Antonio nel 1506. Costui fu padre di Martino e questi di Marco che andò ad abitare in Castroreale e fu padre, di Giovan Gregorio che portò la famiglia a Messina, e Giovanni Antonio che si fermò in Castroreale e sposò nel 1559 Smaralda Calabrò. Francesco Pongo, figlio di un Giovanni Gregorio, fu giudice della Gran Corte negli anni 1712-13, 1716-17, 1725-26 e 1728-29 e, per la moglie Oliva Scammacca fu primo barone della Corte in sua famiglia; Giacomo Pongo figlio di un Giovanni Gregorio, fu giudice della Gran Corte negli anni 1699, 1704-5, 1710-11, giudice del tribunale della R. Monarchia, abate di S. Maria di Terrana 1714, presidente del concistoro 1725, consultore del viceré 1735. Da costoro discesero un Antonino del fu Giacomo; un Francesco del fu Francesco; un Giacomo barone della Corte, fu Francesco; un Giuseppe del fu Francesco, dottore in leggi e cavaliere costantiniano, ed un Vincenzo del fu Francesco, annotati nella mastra nobile di Messina e il Giuseppe Pongo e Brigandi, che fu consultore del governatore di Messina nel 1798 e il Francesco Pongo e Brigandi che fu giudice della R. Udienza di Messina nel 1811. Da Giovanni Antonio Longo e Smaralda Calabrò nacque, tra gli altri figli: Giovan Domenico, che sposò nel 1580 Vincenza Caliri e fu padre, tra gli altri, di Giovan Martino e di Placido. Giovan Martino Pongo e Caliri, riportò la famiglia in Palermo e fu razionale del Senato di detta città e padre di Giovan Battista, cavaliere dell'Ordine logia e in leggi, avvocato fiscale della Corte Arcivescovile di Palermo 1727, teologo consultore del tribunale della R. Monarchia ed esaminatore sinodale 1731, avvocato dei poveri 1732, canonico teologale della Cattedrale di Palermo, 1734, vicario generale della diocesi di Cefalù, 1736.
Comprar un documento heráldico de Pongo

Escudo de la familia: Pongo

Blasòn de la familia

Di azzurro alla fascia d'oro accompagnata da tre stelle del medesimo, due nel capo ed una nella punta.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome