Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Pontederi, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Patrizi
Araldica della famiglia: Pontederi
Corona nobiliare Pontederi Con decreto 26 marzo 1650 dei Rappresentanti della Repubblica Veneta in Verona, decreto conservato in originale nel R. Archivio di Stato di Pisa, venne approvato l'albero genealogico presentato da Francesco, qualificato come cittadino veronese, albero che partendo da Bergo giunse fino al predetto Francesco, venendo così a riconoscere nel medesimo la discendenza dalla storica famiglia pisana, che fino dal 1320 aveva goduto il supremo onore dell'Anzianato. A favore di Giulio, di Giuseppe Pontedera, che aveva provato di discendere per retta linea maschile da detto Francesco, fu con decreto ministeriale 26 luglio 1904 riconosciuto il titolo di patrizio pisano, trasmissibile ai... Continua

discendenti legittimi e naturali d'ambo i sessi. Altro ramo. Originaria di Pisa, dove sostenne nei secoli XIV e XV le cospicue cariche di anziano e di priore, fu trapiantata in Verona da un Lorenzo di Gabriele nel 1507, ed i suoi successori, in memoria della madre patria si fecero chiamare P. Pisa ed anche semplicemente Pisa. Appartiene a questa casa il celebre Giulio di Antonio, che sebbene nato in Vicenza nel 1688 volle intitolarsi Pisano e che fu medico, agronomo, professore di botanica nell'Università di Padova, grecista ed antiquario, di cui molte opere furono stampate a Padova, a Venezia, a Lipsia ed altrove.


Compra un documento araldico su Pontederi

Stemma della famiglia: Pontederi

Blasone della famiglia

Di rosso alla branca di leone uscente dal capo dello scudo e afferrante una scala a tre piuoli, il tutto d'oro.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome