Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Premoli, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Conti Palatini - Marchesi
Variazioni cognome: Tremoli
Araldica della famiglia: Premoli
Variazioni cognome: Tremoli
Corona nobiliare Premoli Antica ed illustre famiglia di Crema, la quale ebbe per capostipite il nobile Paolo Seghizzi, di Premolo, villaggio della valle Seriana nel Bergamasco, il quale trasferitosi a Crema, e distintosi per copiose ricchezze, nel 1447 sovvenne la città che versava in angustie, provvedendola di viveri, tanto che si meritò il nome di padre della Patria. Pietro, di lui nipote, nel 1520 fu eletto patrizio; Vincenzo, figlio del precedente, cominciò a chiamarsi "de Premoli". Un Paolo Premoli, nel 1567, fu aggregato al Consiglio Generale di Crema e un secondo Vincenzo, di lui figlio, ebbe, nel 1603, la carica di provveditore della... Continuacittà. Giulio, pronipote di Vincenzo, dotto giureconsulto e valente oratore, si adoperò per far fiorire in Crema l'Accademia dei Sospinti, della quale venne eletto principe nel 1636. Giovanni Pietro, Vittoriano ed il suddetto Giulio, per i meriti loro, fra i quali quelli acquistati da Vittoriano, che si recò volenterosamente a combattere in Germania, e per i servigi resi all'imperatore Ferdinando III, furono da questi creati conti palatini del S.R.I. con diploma dato in Vienna, il 26 agosto 1642. Un Agostino, creato da Innocenzo X vescovo di Adria, poi di Rovigo nel 1654, fu prelato domestico di papa Alessandro VII, referendario d'ambo le segnature, governatore di Tivoli, di Fermo, di Viterbo e infine vescovo di concordia dal 1668 al 1692, anno di sua morte; un Camillo, del ramo primogenito, fu investito del feudo di Comazzo, con atto 13 maggio 1682, e, con Diploma 8 aprile 1683, fu insignito della dignità e titolo marchionale, trasmissibile ai discendenti maschi per linea di primogenitura, da Vittorio Amedeo II di Savoia. Il marchese Giovanni, figlio del precedente, il 2 agosto 1691, ottenne il feudo di Triulza con Mirandola; con la sua morte, avvenuta nel 1747, si estinse il ramo primogenito dei marchesi Premoli. Un conte Carlo, che nel 16976 vestì l'abito dei Chierici regolari di S.Paolo col nome di Paolo Filippo, fu valente teologo, confessore di papa benedetto XIV, che lo ebbe in grande stima; nel 1755 divenne preposto generale della sua Congregazione e morì in Crema il 21 marzo 1771, lasciando parecchie sue opere inedite. Un Paolo occupò cariche eminenti in patria, sia durante la dominazione napoleonica che durante il governo austriaco. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Compra un documento araldico su Premoli

Stemma della famiglia: Premoli
Variazioni cognome: Tremoli

Blasone della famiglia

Spaccato d'argento e d'azzurro, al leone d'oro coronato dello stesso, attraversante sulla partizione, tenente una falciuola d'argento, manicata d'oro, il taglio a destra, accompagnata da una stella d'oro di otto raggi entro la curva della falciuola. Cimiero: un leone uscente d'oro coronato dello stesso.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome