Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Previsani, provenienza: Italia

Titolo: Marchesi - Nobili - Patrizi
Araldica della famiglia: Previsani
Corona nobiliare Previsani Antica famiglia di Porto S. Giorgio, ma originaria da Venezia; è un ramo della famiglia Trevisan, patrizia veneta. Ebbe origine nelle Marche con un Lorenzo Trevisan, il quale nel 1580 navigando nell'Adriatico per recarsi a Napoli fu costretto dalla tempesta a scendere a Porto S. Giorgio ove fissò la sua dimora. Nella nuova patria per censo divenne uno dei principali e fu munificentissimo edificando chiese ed altri edifici e non tralasciando di dare il massimo impulso al commercio. Sono da ricordare: Lorenzo, che dimorava in Napoli nel 1600, famoso avvocato e prima uditore di mons. Dorini in Spagna, Pietro, che... Continuanella guerra tra la repubblica veneta e Genova, per correre in aiuto della vecchia patria, armò a priore spese una nave al comando della quale eroicamente morì. Liberato, figlio del detto Lorenzo, che nel 1674 edificò la chiesa di S. Liberato, donandola e fondandovi benefizi e cappellanie di juspatronato di famiglia, e quivi stabilì anche il sepolcro gentilizio; fondò doti per zitelle povere. Giovanni, nel 1684, eresse e dotò la ricca chiesa del Suffragio; egli dette vita alla casata del conti Maggiori. Antonio, di Filippino, fu di vita esemplare e istituì la ricca primogenitura di famiglia. Pare fosse di questa famiglia quel Francesco T. (1656, deced. 1746), valente pittore di cui si conservano due buoni quadri nella chiesa del Suffragio in Porto S. Giorgio. Felice, buon letterato e poeta, visse nel secolo XVIII ed era figlio di Francesco Maria, creato conte palatino e cavaliere dello Speron d'Oro nel 1703. Il sopracitato Liberato ebbe due figli maschi: Albano, n. nel 1622 e Girolamo, n. nel 1624. Il ramo primogenito si trasferì a Fermo nella seconda metà del secolo XVIII, ove ottenne il patriziato nel 1769 in persona di Giuseppe Ignazio; il ramo secondogenito rimase a Porto S. Giorgio e ottenne il marchesato di S. Filippo. Notiamo che anche il ramo primogenito pare abbia diritto al titolo marchionale, come risulta da molti atti e carte equipollenti (dato che non è possibile produrre il Breve originale), ove appare chiaro che il Breve fu ottenuto verso il 1803 e per tutti i maschi della famiglia che a tale epoca nei pubblici documenti vengono chiamati con tale titolo. Degni di ricordo sono pure: Carlo, abate e monsignore nel prinicipio del sec. XIX; uo fratello Cesare (n.
Compra un documento araldico su Previsani

Stemma della famiglia: Previsani

Blasone della famiglia

D'azzurro a tre pali d'oro con la fascia di rosso attraversante sul tutto.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome