Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Priori, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Conti
Variazioni cognome: Priuli
Araldica della famiglia: Priori
Variazioni cognome: Priuli
Corona nobiliare Priori
Anticamente denominati de' Priori, poscia de Prioli, indi Priuli e di nuovo Priori, sono originari dell'Ungheria, ove già goderono nobiltà. Successivamente, la famiglia si trasferì in Venezia, verso la metà del secolo ottavo, ed i suoi membri, nel 1110, in persona di Silvestro e dei suoi discendenti, vennero compresi fra gli ottimati per le loro benemerenze militari nella guerra di Palestina. Vennero riconfermati alla serrata del Maggior Consiglio nel 1297 in tale qualificazione. Tre Individui di quest'illustre casato furono Dogi, cioè Girolamo nel 1556, Lorenzo nel 1559 e Niccolò Antonio nel 1618. Lorenzo e Martino furono Cardinali. Inoltre, la famiglia... Continua

conta una serie di altri soggetti distinti: Procuratori di S.Marco, Ambasciatori, Senatori, Generali e Prelati meritissimi. E' divisa nei seguenti rami, presso ognuno dei quali si è indicata la data della Sovrana Risoluzione, con cui ottenne la conferma dell'avìta nobiltà. Confermato nobile con Sovrana Risoluzione 1 gennaio 1818, ed innalzato alla dignità di Conte dell'Impero d'Austria con Sovrana Risoluzione 12 aprile 1829. Questa conferma e coferimento di titolo emanò a favore del padre del sotto descritto e sua discendenza Marc'Antonio, era defunto, già Savio grande del Consiglio. Si ricordano: Marc'Antonio Pietro del fu Marc'Antonio e della nobil sig. Eugenia Donà, nato il 18 ottobre 1766, unitosi in matrimonio il 23 dicembre 1787 colla nobil sig. Catterina Erizzo; i di loro figli: Marc'Antonio primo, nato il primo maggio 1791, Guardia nobile; Marc'Antonio secondo Niccolò, nato il 24 maggio 1792. Deputato alla Congregazione Provinciale in Venezia; Eugenia Maria Anna, nata il 17 settembre 1793, maritata col nob. sug. Ferrante Bocchi di Adria; Marc'Antonio terzo Leonardo, nato il 9 febbraio 1795; Metilde Maria Gaspara,nata il 30 giugno 1800, maritata col nob. sig. Lodovico Folco di Vicenza. Confermato nobile con Sovrana Risoluzione 18 dicembre 1817. Bartolomeo primo Renier del fu Bartolommeo quarto e della nobil sig. Elisabetta Labia, nato il 30 dicembre 1768. Confermato con Sovrana Risoluzione 18 dicembre 1817. Federico Costantino del fu Alessandro e della signora Elena Ulasto, nato l'8 agosto 1741. Altro ramo, che peraltro non risulta di avere peranco ottenuta la Sovrana conferma. Giuseppe Francesco del fu Alessandro e della nobil sig. Benvenuta Dolfin, nato il 2 aprile 1758, unitosi in mamato nobile con Sovrana Risoluzione 18 dicembre 1817, ammogliatosi il 10 marzo colla signora Adelaide Maria Zen, e Alessandro Maria, nato in Crema il 3 dicembre 1787. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.


Compra un documento araldico su Priori

Stemma della famiglia: Priori
Variazioni cognome: Priuli

Stemma  della famiglia Priuri, Priori (de')

1 Blasone della famiglia Priuri, Priori (de')

Palato d'oro e d'azzurro di sei pezzi; col capo di rosso.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. secondo, pag. 380, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.

Stemma  della famiglia Cioli

2 Blasone della famiglia Cioli

Di rosso, ad un drago alato a due branche d'oro, le ali spiegate, la testa sormontata da una stella del secondo.

Cioli di Firenze. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. primo, pag. 296, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome