Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Provana, provenienza: Italia

Titolo: Conti
Araldica della famiglia: Provana
Corona nobiliare Provana
Famiglia di Carignano, la cui origine risale a tempi antichissimi, per quanto le prime generazioni siano note solo nel secolo XIII. Ma il trovarsi in alto stato, già in tale epoca, dimostra con sicurezza come la grande distinzione della famiglia si datasse da tempi remoti. Si volle riallacciarla ai signori di Borgaro, di cui costituirebbe un ramo, ma trattasi di una semplice ipotesi mancante di prova. Estese questa famiglia la propria signoria sopra più di novanta feudi e produsse, come si esprime lo storico piemontese monsignore Agostino della Chiesa, un'infinità di uomini insigni in tutte le professioni. Tre cavalieri... Continua
dell'Ordine Supremo della Santissima Annunziata stanno a dimostrare e attestano le grandi benemerenze di questa illustre famiglia. Era già nei tempi remoti suddivisa in vari rami, e a seconda delle signorie si annoverano quelli dei signori di Leyni, del Sabbione, di Villar Almese, hanno per stipite Oberto a cui furono subinfeudati il 31 marzo 1245 dalla Chiesa torinese porzioni del castello e della villa del Sabbione. Ebbero i Provana riconfermati i propri privilegi, nel 1360, dal conte Amedeo VI di Savoia, nell'occasione che questo sovrano intervenne negli affari del Piemonte, spossessando dello Stato il principe Giacomo d'Acaia, a norma del giudizio arbitramentale del 27 gennaio del detto anno. Dei numerosi rami prosperanti in antico, sopravvivono solo quelli del Sabbione e di Collegno. Dei rami estinti particolarmente illustre fu quello di Leyni, il quale ha per stipite Ruffino, nipote del citato Oberto, il cui figlio Corrado (dec. 1325) venne investito dal marchese di Monferrato del feudo di Leyni tra il 1320 e il 1325. Personaggio celebre nella storia e che lasciò nome glorioso fu quell'Andrea (dec. 29 maggio 1592), di Giacomo, che prima combatté al fianco di Emanuele Filiberto nelle Fiandre, poi, morto il duca sabaudo Carlo II, venne inviato nel 1553 in Piemonte a reggere lo Stato in gran parte invaso dagli eserciti francesi. Nel 1560 è nominato generale delle galere sabaude, al comando delle quali combatté nella memoranda battaglia di Lepanto (1571) dove rimase gravemente ferito. Per le sue insigni benemerenze, fu insignito di numerosi ordini e del supremo della SS. Annunziata nel 1568. Lo stemma della famiglia Provana è: Inquartato: nel primo e quarto di rosso, alla colonna d'argento, con base e capitello d'oro, sormontata da una corona dello stesso (Colonna), nel secondo e terzo d'argento, a due viti di verde fruttifere di porpora, sradicate, decussate e ridecussate (Provane). Lo scudo accollato in petto all'aquila bianca del reame di Polonia. (Concessione di Sigismondo re di Polonia con diploma del 1557). Cimiero: Un orso nascente, di nero, tenente con la zampa destra una spada alta in palo e con la sinistra un breve scritto col motto: Nul s'y frota.
Compra un documento araldico su Provana

Stemma della famiglia: Provana

Stemma  della famiglia Provana

1 Blasone della famiglia Provana

Inquartato: nel primo e quarto di rosso, alla colonna d'argento, con base e capitello d'oro, sormontata da una corona dello stesso (Colonna), nel secondo e terzo d'argento, a due viti di verde fruttifere di porpora, sradicate, decussate e ridecussate (Provane). Lo scudo accollato in petto all'aquila bianca del reame di Polonia. (Concessione di Sigismondo re di Polonia con diploma del 1557). Cimiero: Un orso nascente, di nero, tenente con la zampa destra una spada alta in palo e con la sinistra un breve scritto col motto: Nul s'y frota.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook