Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Pugliares, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Pugliares
Corona nobiliare Pugliares
La famiglia fiorì illustre in Catalogna, o Aragona, e in Sicilia, fa mentione di lei Gasparo Esculano nella Cronica di Valentia, il Gordonio nella sua Cronologia, e l'altre historie Hispane. Nei ricordi dei tempi andati si leggono alcune varianti di questo cognome, dovute alle solite cause della pronunzia dialettale e dal modo di interpretare nella scritturazione i cognomi, nei tempi antichi in quella babele di anime esasperate, di voci diverse, in cui la madre lingua latina si frammischiava coi barbarismi dialettali e robustiva, nel tempo stesso, il dolce idioma italiano, il cognome usciva variamente allungato e storpiato, conforme la... Continua
fonetica di chi lo pronunciava, e, attraverso forme diverse, giunse fino a noi in tal modo descritto. E' comune opinione tra gli studiosi che i Pugliares, Pujares, Pugiades siano tutti rami di un unico ceppo. Il primo che venne in Sicilia sotto il reggimento del Rè Alfonso, fù Matteo P. Cavalier Catalano, il quale andò Ambasciador per il suo Re a Papa Eugenio IV con importanti negotii nel 1432 da chi egli hebbe il carico Viceregio in Sicilia, però ritrovò a Guglielmo P. Barone della Cudia, Condoberno il grande, Balata, Ragalzasi, Xicabi del Castello di Baida, lo sundaco di Trapani, e dello Molino della Casalico titolo di Miles Catalanus percioché i predetti feudi furono anticamente di Berardo Passaneto dal quale pervennero a Riccardo Abbate, ma comparendo il predetto Guglielmo P. catalano inanzi il Re creditore del predetto Riccardo Abbate in 1400 fiorini, hebbe in ricompenza i predetti feudi nel 1399 e vendè il feudo della Cudia ad Antonino Rovere da chi pervenne alla casa Provinzano il cui figlio Matteo P. fu Castellano, e Capitano d'Agrigento molt'anni nel reggimento del Re Alfonzo, e nel 1422 che con Francesca di Crescentio di Naro procreò, il cattolico da quali fù promosso in molti supremi carichi del Regno. Ne nacque da lui, e Pinella Naselli, Matteo, Filippo, e Giovanne, che vissero con molto splendore in Agrigento; il Matteo acquistò la Baronia di Gondoberno, che fù de' suoi predecessori la quale il Re Giovanne l'havea concessa a Michele Rovere, detto nella nostra antica lingua siciliana Ruulo gentil'huomo di Barcellona, che la renuntiò a Giacomo Ruulo suo fratello, al quale gli successe Antonio suo figlio nel 1479 a chi il figlio Giacomo Ruulo nel 1489 che con consenso regio il vendè à Berardo,e Marchesa di Ferro, le quali ambedue li venderono al detto Matteo P. d'Agrigento, che se ne investì nel 1507 e gli successe nel 1508 suo figlio Matteo Stefano Puiades, l'altro fratello del secondo Guglielmo P. fù Calcerano Puiades barone della Gulsa grande, e di Calcara, feudi delle pertinenze del Miserindino, che con Desiata Corvera sua moglie procreò Matteo P., che con sua madre vendè il detto feudo a Gio.Matteo di Sortino fisico di Sacca nel 1497 da costui ne pervenne Pietro P., che fù Senator di Palermo nel 1525, 1534, 1535, 1541, 1544. Il fratello sua sepoltura inanzi l'altare maggiore di detta Chiesa di San Francesco.

Compra un documento araldico su Pugliares

Stemma della famiglia: Pugliares

Blasone della famiglia

D'azzurro alla fascia d'oro con una torre al naturale attraversante, fondata nel terreno di verde, cimata da un pino pure al naturale ed accompagnata capo da due stelle di sei raggi d'oro.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook