Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Quarratesi, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili - Patrizi
Heráldica de la familia: Quarratesi
Corona de la nobleza Quarratesi I Quaratesi, originari di Quaranta nella Potesteria del Galluzzo, vennero ad abitare in Firenze nel Borgo di S. Niccolò, ove costruirono le loro case nelle quali i Bardi trovaron salvezza in occasione dell'assedio del 1343. In seguito possedettero anche il palazzo fatto costruire dei Pazzi, su disegno del Brunelleschi, in via del Proconsolo, quello già dei Busini in piazza d'Ognissanti, decorato esternamente da Andrea Fellini, la casa che fu di Giovan Bologna in Borgo Pinti, e il palazzo Salviati al Mercatino di S. Pietro. Ricchi e reputati mercanti, furono ripetutamente chiamati a far parte della Signoria, 9 volte in... Continuará

qualità di Gonfalonieri di giustizia, 32 volte in qualità di Priori. Nè l'importanza della famiglia venne a scemare col Principato, contandosi ben 6 Senatori scelti da questa casa. Tra i personaggi più noti si ricordano: Sandro di Simone, che nel 1348 fu uno dei cittadini deputati sopra il pubblico Studio fiorentino, aperto in quell'anno, e nel 1353 fu inviato ambasciatore al Re dei Romani; Castello di Piero, più volte gonfaloniere di giustizia, e nel 1435 ambasciatore al Pontefice. Ricco e splendido, avrebbe voluto ornare di marmi la chiesa di S. Croce: ma non essendogli stato consentito di apporre sulla facciata la propria arme, depose il pensiero e lasciò erede delle sue sostanze l'Università dei Mercanti d'oro nella costruzione della chiesa e convento di S.b Miniato al Monte. I Quarantesi vestirono l'abito di S.Stefano con Gio. Battista di benedetto, nel 1658; e già nel 1590 avevan vestito quello di Malta con Vincenzo di Simone, il quale aveva provato, oltre il proprio, i quarti Del Nero, Medici e Ricasoli Baroni. Nella prima attuazione della Legge del 1750 sulla nobiltà e cittadinanza in Toscana furono ascritti al patriziato fiorentino: Senatore Giovan Francesco e Andrea, del senatore Niccolò, con decreto 10 maggio 1751; Giov. Battista e Alessandro, del senatore Carlo, con decreto 13 dic. 1751. Giulia, Maria Ginevra in Baldovini, Lisabetta in Strozzi, Ottavia in Baldelli, Anna Maria in Dazzi, sorelle e figliole del cav. Girolamo, del sen. Jacopo, con decreto 12 luglio 1756. La famiglia è iscritta nell'El. Uff. Ital. col titolo di patrizio di Firenze (mf.) in persona dei disc. da Luigi, di Niccolò, ed è rappresentata da: Castello, di Luigi8, ed otto gonfalonieri.


Comprar un documento heráldico de Quarratesi

Escudo de la familia: Quarratesi

Blasòn de la familia

Troncato: nel primo all'aquila al volo spiegato d'argento; nel secondo di oro.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome