Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Radami, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili
Heráldica de la familia: Radami
Corona de la nobleza Radami L'origine di questa famiglia, si perde nel buio dei secoli. Una cronaca afferma che essi vennero da Altino ed appartennero al Maggior Consiglio di Venezia. Adamo, sacerdote a S. Silvestro, era tra gli elettori del Patriarca latino di Costantinopoli. Estinto questo ramo nel 1378, se ne trovò esistente un altro nella persona di Battista Radami, il quale nel 18 ottobre 1365, nella sua qualità di Gastaldo dell'Arte dei barbieri, prese parte al trasferimento di questa Corporazione dalla Chiesa dei SS. Filippo e Giacomo a quella di S. M. dei Servi. La famiglia, già diffusa nel Cadore, a Pordenone, a Cologna... Continuará

Veneta, a Verona ed in altri luoghi, tornarono a fiorire a Venezia; e si crearono una tale rinomanza e condizione agiata da essere annoverati tra le famiglie cittadinesche. Il primo fu Lorenzo, di cui si trova cenno il 1 giugno 1597. Lo seguì suo fratello Domenico, notaio di Venezia, che ottenne l'approvazione degli Avogadori di Comune il 23 febbraio 1601. Questa famiglia continuò a vivere agiatamente; non è da tener conto di Giovanni, processato dagli Inquisitori di Stato per il ratto di una bambina nel 1791. Altro ramo. Le prime notizie della famiglia risalgono al principio del sec. XVII. Celebre, nel secolo successivo, Francesco Andrea, che fu medico del re di Sardegna (29 sett. 1758) e professò medicina all'Università di Torino. Il nipote suo, Giuseppe, pure medico del Re (5 marzo 1779), diede luogo alla linea comitale di Bergolo per investitura di quel feudo (4 sett. 1787), passato poi in casa Calvi all'estinzione della linea maschile. Suo fratello, Gioachino (n. Murazzano 9 sett. 1739, dec. 16 marzo 1813), procuratore generale del Re (29 luglio 1778), primo presidente della Camera dei Conti (19 nov. 1791) e presidente del Senato di Piemonte (22 aprile 1796 e 4 giugno 1799), era stato investito di Cavagliano (27 marzo 1787) con titolo comitale, dando luogo a una piccola linea, finita nella prima metà del sec. XIX. Altro ramo. Nel priorista Franchi si riscontra primo di questa famiglia Adamo di Paolo da San Quirico, messo in bando nel 1287.


Comprar un documento heráldico de Radami

Escudo de la familia: Radami

Blasòn de la familia

D'oro, a tre gigli di azzurro.
Adami originari di Venezia, arme antica. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. primo, pag. 7, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome