Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Ralenti, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Cavalieri - Nobili - Patrizi
Heraldik die Familie: Ralenti
Krone des Adels Ralenti
Antica ed illustre famiglia, con residenza a Reggio. Bernardino Ralenti, vivente nel 1273, fu insigne giureconsulto di Reggio. Lesse il diritto nell'Accademia reggiana con grande successo e concorso di forestieri. Lasciò una raccolta delle glosse sui Decretali, che fu molto conosciuta e diffusa. Non è però accertato che egli appartenga a questa famiglia. Vi appartenne invece l'abate Carlo Ralenti, oriundo da Brescello, che fu studioso erudito, cultore di cose storiche e scrittore. Dimorò in gioventù a Modena, poi a Bologna, e nel 1717 si stabilì in Reggio, dove scrisse nel 1722 un Compendio Storico di Brescello, di cui conservasi parecchie... Fortsetzung folgt
copie manoscritte. E' molto ricco di notizie, tratte anche da documenti e monumenti. Morì in Reggio nel 1739 e fu sepolto nella chiesa di S. Giacomo e Filippo. Ebbe grande amicizia con Lodovico Antonio Muratori, e si conservano lettere fra loro scambiate. Nel 1755 viveva l'avv. Carlo Ippolito, di Ferdinando, chierico, nobile di Reggio, che morì nel 1796, e suo fratello Giulio, abitante a Gualtieri. Altro Giulio, di Bernardino, nobile reggiano, domiciliato in Brescello, nel 1766 era proprietario di una possessione "di S.Giulio", fra la villa di Sesso e Cavazzoli; sposò Giulia Bacchi, Morì nel 1812 lasciando tre figli: Ferdinando; Silvio che sposò Marianna del conte Luigi Grillenzoni, e morì nel 1824 lasciando, oltre ad un figlio Carlo, morto in gioventù, Vittoria, moglie del N.U. Prospero Toschi; Fulvio, che sposò in Margini, e morì nel 1840, lasciando due figli: Giulio e Carlo, da cui i membri viventi. La famiglia è iscritta nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano col titolo di patrizio di Reggio (m.), in persona dei discendenti da Carlo (1840), ed è attualmente rappresentata da Vittorio, di Carlo. Figli: Maria, Ilde, Carlo. Sorelle: Giulia in Falcetti; Silvia in Corradini. Motto della famiglia: Vigilant. Altro ramo. Famiglia patrizia, estinta nel 1281. Nicolò podestà di Chioggia nel 1228. Altro ramo. Apparteneva a questa famiglia, le cui prime memorie rimontano al 1213, quel famoso Tommaso, segretario di Giovanni Sobieski Re di Polonia, il quale nel 1683 portò a Roma lo stendardo di Maometto preso ai Turchi sotto le mura di Vienna, e lo consegnò al Pontefice Innocenzo XI, che lo creò cavaliere di S. Pietro colla pensione di scudi 200 anni.
Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Ralenti

Familien-Wappen: Ralenti

Blasonierung die Familie

Interzato in fascia: nel primo di rosso all'aquila d'argento; nel secondo d'azzurro alla torre di argento merlate di tre pezzi alla guelfa, aperta e finestrata di nero, fondata sulla troncatura e accompagnata da due stelle di sei raggi d'oro; nel terzo d'argento a due leoni affrontati d'oro.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook