Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Rapano, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Principi
Araldica della famiglia: Rapano
Corona nobiliare Rapano
Questa famiglia ebbe origine nel Cilento, ove trovano memorie di essa fin dal tempo di Enrico VI. Ha goduto nobiltà nelle città di Napoli al seggio di Nido, Salerno al seggio di Portaretese, S.Pietro in Galatina, e nel Cilento. Un ramo dei Rapano si estinse nei sue fratelli Alfonso e Pietro che furono uccisi da' ladri, nella propria casa sita presso la Chiesa di San Severino. Essi ebbero due sorelle maritate l'una nella famiglia Muscettola, l'altra nella famiglia Gaeta, ed erano proprietari della lanterna del Molo, che poi fu acquistata dal Ministro Acton per conto del Governo. La famiglia Rapano... Continua
fu subfeudataria della Casa Sanseverino. Si legge nella "Storia napoletana" del Costanzo, che il Ferdinando I d'Aragona fece un accordo con Roberto Sanseverino, Principe di Salerno, e fra gli altri patti, vi furono: il permesso accordato ad esso Roberto di coniar monete, purché sopra una delle due facce vi fosse impressa la testa del re, l'assegno di annui ducati 25000 affinché mantenesse 250 lance; ed il permesso di fare uccidere gli individui della famiglia Rapano in qualunque parte del regno li avesse ritrovati; ed i loro beni, nonché quelli degli altri vassalli ribelli, invece di ricadere al regio fisco, sarebbe devoluti allo stesso Roberto Sanseverino. Il ramo dei Rapano Principi di Pollica si estinse nella famiglia Liguori. Il ramo dei Rapano Marchesi di Milano si estinse nel 1815 in Michele, il quale seguì la Corte dei Borboni in Sicilia e fu Tenente Generale degli eserciti reali. La famiglia ebbe il contado di Celso, il marchesato di Milano e il principato di Pollica. Tra i più illustri componenti di questa famiglia si ricordano Corrado, Giustiziere di Abruzzo nel 1250, Roberto Siniscalco del regno sotto Giovanna I, che fu fatto morire perché imputato della morte di Andrea d'Ungheria. Giovanni Rapano con i propri cavalli andò contro i Turchi in difesa di Otranto nel 1481.

Compra un documento araldico su Rapano

Stemma della famiglia: Rapano

Blasone della famiglia

D'argento, alla banda di rosso, caricata di tre gigli d'oro posti nel senso della banda stessa.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome